Quantcast

Bollette del gas salate, Rubertelli: “Il sindaco convochi Iren in commissione”

La Civica: “E’ sconcertante vedere code davanti agli sportelli formate da persone che, per avere spiegazioni o cercare di dilazionare il pagamento, devono recarsi sul posto perché non riescono a raggiungere gli operatori Iren per telefono o per mail”

REGGIO EMILIA – “Poca chiarezza e continue sorprese nella fatturazione, sia sul fronte dei rifiuti sia su quello dell’energia. Le bollette “salasso” per il gas domestico che sono arrivate a tanti reggiani ne sono la dimostrazione. Ancora una volta dobbiamo constatare un problema di rispetto delle regole di trasparenza da parte di Iren”.

Lo scrive Cinzia Rubertelli, capogruppo di Alleanza Civica, che aggiunge: “Hanno ragione le associazioni di consumatori quando sostengono che nonostante strumenti e mezzi, la chiarezza nei confronti dei clienti evidentemente non è in cima alle priorità di Iren. Ed è sconcertante vedere code davanti agli sportelli di piazza della Vittoria formate da persone che, per avere spiegazioni o cercare di dilazionare il pagamento, devono recarsi sul posto perché non riescono a raggiungere gli operatori Iren per telefono o per mail. Una situazione inaccettabile nel 2021, specie nel caso di una grande azienda come Iren e ancor di più in questo momento di emergenza sanitaria”.

Conclude la Rubertelli: “Da parte nostra chiediamo al sindaco Luca Vecchi di raccogliere il disagio di tanti suoi cittadini e di convocare Iren in un’apposita commissione consiliare per fare chiarezza su quello che sta succedendo. Anche sul tema rifiuti serve chiarezza: dove sono i benefici della raccolta differenziata e della tariffa puntuale? Dove sono le riduzioni delle bollette? Perché al gestore, ovvero a Iren, non sono stati chiesti i conteggi dei risparmi ottenuti nei mesi di lockdown che ha costretto molte attività a restare chiuse o comunque a ridefinire la propria organizzazione? Domande che abbiamo posto da mesi ma rimaste ancora senza risposta”.