Quantcast

Maxi rissa, Vecchi: “Pene severe per i responsabili”

Il primo cittadino invoca la linea dura: "Quegli immigrati vanno espulsi"

REGGIO EMILIA – Sulla maxi rissa in zona stazione interviene anche il sindaco di Reggio Luca Vecchi che,”pur nel rispetto dell’autonomia della magistratura”, invoca “pene severe” e l’espulsione dei soggetti responsabili. “Esprimiamo grossa preoccupazione per i fatti di ieri che sono fatti di una certa gravità e portata. Non è stata una normale rissa, ma è stata una rissa e uno scontro non tipico di una città come Reggio Emilia e il che giustifica assolutamente preoccupazione per la vicenda in sè”, dichiara alla “Dire” il primo cittadino.

“Per me è fondamentale che si faccia piena luce sulla dinamica dei fatti e sulle origini e le ragioni che sono state alla base dello scontro tra nigeriani. Siccome però una parte di questi veniva anche da fuori Reggio ed è quindi evidente un chiaro intento di premeditazione. Credo pertanto che vada anche approfondita e indagata la reale portata criminale di questa vicenda e cioè se si tratta semplicemente anche se gravemente di uno scontro, o se è invece la spia di una vicenda di portata criminale di tipo altro”, prosegue il primo cittadino.

“Questo però – puntualizza Vecchi – è di competenza degli organi inquirenti, io lo evidenzio come dato di sensibilità rispetto alla gravità di quanto avvenuto ieri”. Il sindaco questa volta usa toni inusualmente determinati e, pur premettendo che “nel pieno rispetto della magistratura non tocca al Comune fare le indagini nè tantomeno emettere le sentenze”, si augura “che ci possano essere delle pene severe, adeguate a quanto accaduto, e che per questi soggetti possano scattare provvedimenti di allontanamento del territorio”.

Infatti, conclude Vecchi, “il nostro compito non è stabilire le pene, ma quanto è accaduto ieri è grave e c’è la necessità di ricreare le condizioni di un equilibrio e di una serenità di una comunità e del quartiere circostante. E naturalmente la severità della pena da questo punto di vista è un passaggio fondamentale”.