Quantcast

Operazione Kanonieri kurdi contro furti in abitazione, un altro arresto

L’Interpol ha rintracciato un georgiano di 32 anni che era stato arrestato in Polonia, dove è stato identificato con altre generalità, alcuni giorni prima

REGGIO EMILIA – Operazione Kanonieri Kurdi contro i furti in abitazione, la polizia ha arrestato un altro latitante. Il 9 febbraio scorso, all’interno di questa indagine, erano state eseguite, in diversi stati europei, 62 misure cautelari detentive (58 in carcere e 4 ai domiciliari).

Ora l’Interpol ha rintracciato un georgiano di 32 anni che era stato arrestato in Polonia, dove è stato identificato con altre generalità, alcuni giorni prima. Il giovane, una volta in Italia, è stato portato in carcere. L’uomo, detto Vaja, è accusato di appartenere alla associazione a delinquere di matrice georgiana specializzata nei furti in abitazione,

Durante le indagini era stato arrestato in flagranza di reato per un furto in abitazione a Ravenna. Aveva utilizzato le generalità, false, di un cittadino lituano per mascherare la propria reale identità che, poi, è stata scoperta attraverso l’Interpool. Il 32enneè acccusato di due furti in abitazione consumati in Reggio Emilia, dove, fino al 2018, era domiciliato. Nei dialoghi intercettati era indicato come persona esperta nelle effrazioni effettuate senza lasciare apparenti segni di forzatura delle porte.