Quantcast

La diocesi conferma il piano urbanistico in zona Sud

L'economo: "Nessuna speculazione, ma tutela di chi vi ha investito"

REGGIO EMILIA – La diocesi di Reggio Emilia conferma l’intenzione di realizzare nella zona sud della citta’, su un’area di cui e’ comproprietaria, un nuovo intervento urbanistico. Si tratta della costruzione su un’area agricola di 160.000 metri quadrati nei pressi del centro commerciale Conad Le Querce, di una quindicina di palazzine a cinque piani per un totale di 90 alloggi, oltre ad attivita’ commerciali, studi professionali e parcheggi per centinaia di auto.

Un’operazione che, come sottolineato da piu’ parti in questi giorni, stride con gli indirizzi del nuovo piano urbanistico generale del Comune, orientato alla sola riqualificazione del patrimonio esistente, cassando nuove colate di cemento.

L’economo della diocesi, Gian Pietro Menozzi, ribadisce l’intenzione di proseguire e specifica che nel piano “non vi e’ alcun intento speculativo, quanto piuttosto l’esigenza di bene amministrare un compendio immobiliare detenuto da lungo tempo, in comproprieta’ con altri soggetti, in massima parte privati”. Infatti “eventuali rinunce e fuoriuscite dagli accordi sottoscritti riverbererebbero effetti negativi e danni economici definitivi a tutti i comproprietari che nell’area hanno investito i risparmi di una vita”, sottolinea il professionista.