Espropri via Paradisi, flash mob degli abitanti

Protesta contro la giunta Vecchi: "Siamo stati messi di fronte alla scelta di vendere la casa a prezzo di mercato inferiore a quello a cui l'abbiamo comprata o andarcene. Non siamo pecore"

REGGIO EMILIA – Sale di tono la protesta dei residenti di via Paradisi a Reggio Emilia contro i possibili espropri delle loro abitazioni nell’ambito del progetto di riqualificazione del quartiere deciso dal Comune. Gli abitanti dei civici 6, 8 e 10 interessati, hanno organizzato in serata un flash mob cantando dai balconi degli edifici una canzone appositamente composta contro l’iniziativa. All’amministrazione comunale ribadiscono di non essere “pecore” con riferimento alla mancata consultazione dei proprietari, “messi di fronte alla scelta di vendere la casa a prezzo di mercato inferiore a quello a cui l’hanno comprata o andarsene”.
L’assessore a Casa e Partecipazione Lanfranco De Franco, dal canto suo, ribadisce che al momento il progetto e’ in divenire e si trova in una fase “assolutamente preliminare”. Il Comune sta incontrando singolarmente i residenti, divisi tra chi protesta, ma anche chi vede di buon occhio l’ipotesi di una collocazione in un’altra parte della città. De Franco promette che il percorso continuerà con incontri aperti e partecipati con la citta’ per arrivare a soluzioni condivise, con soddisfazione reciproca tra le parti.