Via Roma, l’accoltellatore torna in carcere

Il 61enne che il 5 giugno scorso ha ferito il 32enne era ai domiciliari e godeva del permesso di uscire per andare a fare la spesa

REGGIO EMILIA – Nuovi guai per il pakistano di 61 anni che il 5 giugno scorso a Reggio Emilia ha accoltellato durante una rissa un suo connazionale 32enne. L’uomo, infatti, era gia’ agli arresti domiciliari dove stava scontando una pena per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio, godendo tuttavia del permesso di uscire per andare a fare la spesa.

Proprio durante una di queste uscite, insieme ad un terzo uomo, aveva ferito un altro pakistano, per questo fatto venendo nuovamente posto ai domiciliari. La Procura della la corte d’Appello di Bologna ha pero’ valutato che i benefici concessi al 61enne non fossero piu’ idonei a garantire la regolare esecuzione della pena e disposto per lui il trasferimento in carcere. Il provvedimento e’ stato eseguito ieri dai Carabinieri, che hanno portato il pakistano dietro le sbarre a Reggio.