Rissa in via Roma, arrestati per tentato omicidio due pakistani

Mahmood Akhtar, 61 anni e Muhammad Tanvir, 41 anni, con numerosi precedenti, attualmente in detenzione domiciliare, godevano dell'affidamento in prova ai servizi sociali. Sulla vittima pendeva un'ordinanza di custodia cautelare che è stata eseguita

REGGIO EMILIA – Sono stati arrestati per tentato omicidio in concorso Mahmood Akhtar, 61 anni e Muhammad Tanvir, 41 anni, i due pakistani che ieri, verso le 17, hanno accoltellato, all’altezza di un minimarket in via Roma, il loro connazionale 32enne Zohaib Safdar. Akthar ha precedenti per evasione, spaccio, porto d’armi e oggetti atti ad offendere, guida in stato di ebbrezza, rissa e danneggiamento e Tanvir ha precedenti per tentata estorsione, ricettazione, spaccio. I due, a quanto si apprende, erano soggetti alle misure della detenzione domiciliare e dell’affidamento in prova ai servizi sociali.

Le telecamere mostrano che i due hanno aggredito Safdar con oggetti contundenti che non sono stati trovati dagli operatori. I pakistani, attualmente, sono in carcere. Le indagini sono coordinate dal sostituto procuratore Laura Galli. Il 32enne accoltellato, che è ricoverato al Santa Maria Nuova e non è in pericolo di vita, è stato arresto perché su di lui pendeva l’esecuzione un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Parma per i reati di rapina, estorsione e lesione.