Poviglio, tentato omicidio al Kaleidos: giovane arrestato

Ai domiciliari il 19enne Emanuele Cacìa ritenuto responsabile dell'aggressione al 23enne Tobia Grimaldi. Foglio di via dal paese per tre anni

POVIGLIO (Reggio Emilia) – E’ stato arrestato ieri il 19enne accusato del tentato omicidio del 23enne Tobia Grimaldi ferito a coltellate il 1° aprile scorso al circolo Kaleidos di Poviglio mentre giocava a biliardo. Emanuele Cacìa, subito identificato e rintracciato nella sua abitazione, in un primo momento era rimasto a piede libero dato che era trascorsa la flagranza del reato.

La procura reggiana ha ora chiesto e ottenuto dal Gip del Tribunale un’ordinanza di carcerazione agli arresti domiciliari a carico del 19enne di Castelnovo Sotto.  Ieri i militari di Poviglio hanno dato esecuzione al provvedimento.

I fatti sono avvenuti il 1° aprile scorso. Grimaldi era nel circolo Kaleidos di Poviglio, nella bassa reggiana e stava giocando al biliardo con un amico quando è entrato un giovane che l’ha invitato ad uscire fuori per “chiarire una faccenda”. Dopo qualche istante tra i due è scoppiata una discussione al termine della quale sono venuti alle mani.

Una lite nel corso della quale il 23enne si è accasciato a terra con una ferita al costato in un lago di sangue. Quindi l’intervento di un uomo che era presente e che ha allontanato l’aggressore da Grimaldi che è stato soccorso e poi portato all’ospedale dove è stato operato. Il giovane ora sta bene e si sta riprendendo.

Alla base del ferimento vi sarebbero futili motivi. Al momento dell’arresto  carabinieri di Poviglio hanno notificato a Caccia anche il provvedimento del foglio di via dal comune di Poviglio dove non potrà fare ritorno per i prossimi tre anni.