Quantcast

Capannone per polo universitario, la Rubertelli: “Deliberato nuovo debito senza visionare accordi sottostanti”

La capogruppo di Alleanza civica interviene dopo che il consiglio comunale oggi ha discusso e votato la delibera di variazione di bilancio 2021/2023

REGGIO EMILIA – “Deliberare un nuovo debito su uno scritto di richiesta, senza aver potuto visionare gli accordi sottostanti, è l’ennesimo schiaffo ad una città chiamata a far fronte ad impegni presi a porte chiuse anzi sigillate”.

E’ quel che lamenta Cinzia Rubertelli, capogruppo di Alleanza Civica, dopo che il consiglio comunale, in seduta oggi pomeriggio, ha discusso e votato la delibera di variazione di bilancio 2021/2023. Scrive la Rubertelli: “Sono oltre 9 milioni di euro il nuovo debito che il Pd e compagni hanno votato (17 a favore 12 contrari) sulla nota di richiesta firmata dal dirigente Massimo Magnani. Nuovo debito necessario per ristrutturare il capannone 15 B/C per un importo di variazione di oltre 10 milioni di euro, in cui nascerà il IV polo universitario della città”.

La Rubertelli fa presente che “nella richiesta allegata alla delibera vengono citati due proposte di accordo con Unimore a cui si aggiunge nel secondo accordo Unindustria” e che “i consiglieri chiamati a votare la delibera di variazione non hanno potuto visionare ne’ la prima ne’ la seconda proposta di accordo”.