Quantcast

Spaccio di droga, altre tre persone arrestate

E altre tre denunciate, nell’ambito dell’operazione che aveva portato, lo scorso 27 maggio, all’arresto di 5 persone ed al sequestro di oltre un chilo e mezzo di droga

REGGIO EMILIA – Colpo al traffico di droga, tre persone arrestate dai carabinieri e altre tre denunciate nell’ambito dell’operazione che aveva portato, lo scorso 27 maggio, all’arresto di 5 persone ed al sequestro di oltre un chilo e mezzo di droga.

I carabinieri della compagnia di Reggio Emilia e di Castelnovo Ne’ Monti hanno eseguito i decreti di ritardato arresto emessi dalla Procura. In manette altre tre persone al termine dell’operazione, iniziata nelle prime ore di giovedì, alla quale hanno partecipato oltre 20 carabinieri. Sono il tunisino 39enne Mohamed Miladi, già agli arresti domiciliari, che lo scorso 12 febbraio in via Teggi, aveva ceduto dello stupefacente ad un parmense 40enne a sua volta segnalato quale assuntore. In quella circostanza lo scambio era stato monitorato dai carabinieri che avevano fermato e controllato l’acquirente recuperando le due dosi di cocaina acquistate immediatamente prima dal Miladi.

Arrestata anche la tunisina 35enne Arbia Hammami, moglie di Miladi, che lo scorso 17 febbraio, appena uscita di casa in via Grimaldi, sempre a Reggio Emilia, aveva ceduto due dosi di eroina ad un reggiano 54enne segnalato come assuntore. Anche in quella circostanza i carabinieri, che avevano monitorato lo scambio, avevano fermato l’acquirente recuperando una delle due dosi di eroina appena acquistate, insieme ad un involucro, del tutto similare, già aperto e svuotato del suo contenuto.

Infine è finito in manette il 47enne Ciro Cirillo, originario di Torre del Greco (NA), ma anche lui residente a Reggio, che, nella serata dello scorso 24 febbraio, nel piazzale all’intersezione fra via Fratelli Manfredi e via XX Settembre, aveva ceduto dello stupefacente ad una 36enne reggiana di origini palermitane. Anche in questo caso, subito dopo lo scambio, i carabinieri recuperavano la dose di cocaina appena venduta da Cirillo.

Nell’ambito dello stesso procedimento è stata eseguita una perquisizione personale e domiciliare anche nei confronti di tre cutresi di 45, 49 e 55 anni. Al termine delle attività tutti e tre sono stati denunciati per concorso nell’attività illecita di spaccio di stupefacenti. Gli arresti rientrano nell’indagine che lo scorso 27 maggio aveva visto l’arresto di 5 persone, tra cui il noto Alfonso Mendicino, finiti in manette al culmine di una complessa attività investigativa che aveva portato al sequestro di un chilo di hascisc e 400 grammi di cocaina.