Quantcast

Traffico di droga, arrestate cinque persone

Sequestrato oltre un chilo e mezzo di droga: in manette anche il calabrese Alfonso Mendicino

REGGIO EMILIA – Duro colpo al traffico di droga: arrestate 5 persone e sequestrato oltre un chilo e mezzo di droga. In manette sono finiti Antonino Modafferi, di Reggio Calabria, 41 anni, Granit Veseli, 26enne kosovaro, Silvia Augenti, 46enne di Scandale (Cz), la figlia Ilaria Olivo, 23enne di Montecchio e Alfonso Mendicino, 46enne di Crotone. Quest’ultimo è noto alle cronache reggiane anche per il video diventato virale nel quale veniva ritratto mentre, in seguito a una lite scaturita per futili motivi, aveva scaraventato nel torrente Crostolo un suo conoscente.

Sono stati equestrati complessivamente oltre un 1 chilo di hascisc e 400 grammi di cocaina. L’operazione antidroga è stata eseguita ieri dai carabinieri della compagnia di Reggio Emilia e di Castelnovo Monti. Vi hanno partecipato oltre 20 carabinieri e ha avuto come fulcro l’abitazione di Modafferi, 40enne reggino, già sottoposto agli arresti domiciliari per droga. Nel corso del servizio di osservazione, svolto poco prima delle 12, i militari hanno visto arrivare un giovane kosovaro a bordo di una Golf grigia che, in pochi secondi, è entrato ed uscito dall’appartamento e si è allontanato precipitosamente a bordo del mezzo.

L’uomo è stato seguito dai carabinieri ed è stato fermato pochi minuti dopo nel modenese. Aveva oltre 7mila euro in contanti suddivisi in rotoli avvolti in cellophane, dei quali non ha saputo giustificare la provenienza. A casa sua sono poi arrivate due donne, madre e figlia, che sono entrate e uscite velocemente dall’abitazione. Fermate proprio sotto casa di Modafferi, sono state perquisite e trovate in possesso di ben 932 grammi di hascisc suddivisi in 5 involucri e 313 grammi di cocaina ripartiti in 6 involucri.

A quel punto è scattata la perquisizione. Nell’abitazione, nascosta all’interno di lattine di Coca Cola appositamente modificate, è stata trovata la “rimanenza” del carico ricevuto poco prima dal corriere kosovaro: ovvero 74,4 grammi di cocaina e 100 grammi di hascisc. Pochi istanti dopo ha bussato alla porta il complice, ovvero Alfonso Mendicino. I carabinieri lo hanno perquisito e gli hanno trovato altri 7mila euro in contanti che hanno sequestrato.

Le attività dell’Arma dei Carabinieri sono state svolte e hanno avuto un brillante epilogo grazie anche alla collaborazione investigativa della sezione narcotici della Squadra Mobile della Questura di Reggio Emilia e della Guardia di Finanza.