Quantcast

Delitto di Faenza, arrestato un reggiano di 53 anni

Secondo gli inquirenti il pregiudicato Pierluigi Barbieri sarebbe l'assassino di Ilenia Fabbri e l'ex marito Claudio Nanni il mandante

REGGIO EMILIA – Un 53enne reggiano pregiudicato, Pierluigi Barbieri, è stato arrestato ieri dalla polizia con l’accusa di essere l’assassino di Ilenia Fabbri, la 46enne trovata morta sgozzata il 6 febbraio scorso. Il mandante dell’omicidio, secondo gli investigatori, sarebbe l’ex marito, Claudio Nanni.

L’uomo è stato arrestato ieri mattina nella sua abitazione in via Schiapparelli sul confine fra Bagno e Rubiera. In contemporanea è finito in manette il marito della donna che era già stato indagato a piede libero per omicidio pluriaggravato in concorso.

Ad incastrare Barbieri c’è un video che lo ritrarrebbe nella zona dell’omicidio e la sua Toyota Yaris è stata vista a Faenza in orari compatibili con il delitto e nei pressi della casa della vittima. Barbieri e Nanni si conoscevano perché avevano una comune passione per le moto e sarebbero entrati in contatto più volte fra di loro nel mese di gennaio.

Da sinistra Claudio Nanni, la moglie Ilenia Fabbri e il fermo immagine che incastrerebbe Barbieri
barbieri

Il movente dell’omicidio sarebbe, per gli inquirenti, il “profondo astio” che l’ex marito Claudio Nanni provava nei confronti della donna “a causa delle sue pretese economiche” conseguenti alla separazione del 2018.

Barbieri era uscito dal carcere il 10 agosto dopo un arresto di aprile assieme ad altre tre persone conseguente a una rapina del febbraio 2020 con lesioni aggravate ed estorsione, nel contesto di una spedizione punitiva a un 52enne di Predappio (Forlì-Cesena), peraltro disabile.