Vaccino, l’Ausl: “Chi ha diffuso il link ne risponderà”

L'azienda annuncia azioni legali nei confronti di chi ha diffuso le modalità di prenotazione

REGGIO EMILIA – Sulla divulgazione sui social del link per la prenotazione dei vaccini anticovid, che ne ha permesso la somministrazione a cittadini che non ne avevano diritto, l’Ausl di Reggio Emilia annuncia ora azioni legali. L’Azienda sanitaria, che per ora non ha sporto denuncia, precisa che si e’ trattato “di un fenomeno limitato a pochissime persone” subito stoppato dalla modifica delle modalita’ di prenotazione.

E tuttavia, “i soggetti privati di cui ancora non si conosce l’identita’ che hanno impropriamente diffuso le modalita’ di prenotazione”, potrebbero ora essere chiamati a risponderne in Tribunale. “Al di la’ di questo piccolo disguido – informa l’Ausl – dall’inizio della campagna sono state vaccinate oltre 11.000 persone”.