San Polo, spaccio fra giovanissimi: due denunce

Un 26enne di Bibbiano ed un 19enne di Cavriago sono accusati di favoreggiamento dai carabinieri che, lo scorso marzo, avevano stroncato un maxi giro di droga tra minorenni

SAN POLO (Reggio Emilia) – Non si sono ancore chiuse le indagini dei carabinieri di San Polo relative a un grosso giro di spaccio tra minorenni. Lo scorso marzo, a finire nei guai era toccato a tre giovanissimi, un 18enne, un 17enne ed un 16enne, tutti denunciati per spaccio continuato, mentre per un quarto giovane si era profilata una denuncia per calunnia.

La marijuana, come dimostrato dai carabinieri della caserma locale, veniva smerciata tramite chat segrete e “messaggi a tempo”, che si autodistruggevano dopo pochi secondi dalla ricezione, inviati tramite l’applicazione Telegram. Nella prosecuzione delle indagini era stato poi identificato e segnalato alla Procura della Repubblica un altro maggiorenne, un 19enne di Cavriago, che era risultato implicato a pieno nell’attività di spaccio.

Ieri l’ulteriore svolta. A conclusione dei nuovi accertamenti, infatti, i carabinieri sanpolesi hanno denunciato a piede libero per favoreggiamento altri due giovani, un 26enne di Bibbiano ed un 19enne di Cavriago, che, nel tentativo di eludere le investigazioni, hanno fornito dichiarazioni mendaci con l’intento di tutelare gli indagati. Infine altre quattro persone sono state segnalate amministrativamente alla Prefettura di Reggio Emilia, quali assuntori di stupefacenti.