E’ morto il vescovo emerito Paolo Gibertini

E' spirato stanotte all'età di 95 anni nella casa del clero San Giuseppe di Montecchio. La diocesi: "Decesso avvenuto in assenza di sintomi riconducibili al Covid-19"

REGGIO EMILIA – E’ morto stanotte, all’età di 95 anni, monsignor Paolo Gibertini. Il vescovo emerito di Reggio, guidò la diocesi dal 1989 fino al 1998, è spirato alla casa del clero San Giuseppe di Montecchio.

E’ la casa di riposo che è finita nel mirino del consigliere regionale della Lega Nord, Gabriele Delmonte, che nei giorni scorsi ha presentato un’interrogazione in Regione per segnalare come, a suo dire, ci sia un focolaio di coronavirus in quella struttura. Secondo quanto comunica la diocesi, tuttavia, la morte di Gibertini sarebbe avvenuta “in assenza di sintomi riconducibili al Covid-19”.

Il vescovo Massimo Camisasca ha espresso il proprio cordoglio manifestando la sua vicinanza nella preghiera ai familiari del confratello vescovo – in particolare alla sorella Caterina e ai nipoti – e indirizzando una lettera ai fedeli e a tutto il presbiterio della Diocesi (si trasmette in testo insieme al presente comunicato stampa).

La salma di monsignor Gibertini, alla presenza del vescovo Camisasca e di un numero ristretto di familiari, riceverà l’ultimo saluto sabato 4 aprile nella chiesa parrocchiale di Ciano d’Enza; qui avrà luogo la sepoltura, nella tomba a pavimento che il vescovo aveva voluto farsi costruire a suo tempo. Cessata l’emergenza sanitaria, verrà celebrata la messa solenne di suffragio.