La Rabitti: “Non sfratteremo ‘Nonunadimeno'”

L'assessore: "Avrà uno spazio, ma sarà assegnato con una procedura di legge"

REGGIO EMILIA – Il Comune di Reggio Emilia “non ‘molla’ nessuno e men che meno le donne e le associazioni come ‘Nonunadimeno’, il cui lavoro e’ noto e apprezzato”. Lo precisa l’assessore alle Pari opportunita’ Annalisa Rabitti, intervenendo sulla querelle sollevata dal collettivo femminista che ha denunciato il mancato rinnovo della convenzione per l’utilizzo degli spazi comunali di via IV Novembre.

Rabitti nega che “Nonunadimeno” verra’ “sfrattata” puntualizzando che a suo tempo “e’ stata infatti riconosciuta e formalizzata la volonta’ dell’amministrazione di promuovere l’attivita’ dell’associazione, nell’intento di sviluppare un’azione di supporto al contrasto delle varie situazioni di degrado della zona, attraverso la presenza delle donne e specifiche iniziative che coinvolgessero la cittadinanza”.

Una volonta’ che “permane tuttora e l’amministrazione non intende in alcun modo metterla in discussione, fermo restando l’obbligo del rispetto delle norme di legge e dei regolamenti comunali in materia, che impongono in ogni caso procedure ad evidenza pubblica al fine di garantire la trasparenza dell’attivita’ amministrativa”.

Per questo motivo, spiega quindi l’assessore, “e’ stato dato mandato alla struttura tecnica del Comune di individuare le forme corrette per procedere all’assegnazione di un locale con procedura che sara’ svolta entro i prossimi mesi: lo spazio che verra’ dato in uso potra’ essere quello attuale o un altro, che l’Amministrazione individuera’ dopo le necessarie valutazioni di idoneita’”. Un confronto tra le parti, ricorda infine Rabitti, e’ fissato “certo non da oggi”, il 28 novembre prossimo.