S. Ilario, barista rapinato: un giovane arrestato

E' un 20enne reggiano. Obbligo di firma per un 23enne di Vignola. Nella banda anche due donne indagate nell’ambito del procedimento. Sono tutti accusati di concorso in rapina aggravata e lesioni gravissime

S. ILARIO (Reggio Emilia) – E’ stato arrestato uno degli autori della violenta rapina avvenuta ai danni di un barista di S. Ilario il 17 novembre scorso. E’ un 20enne reggiano, mentre un 23enne complice di Vignola è stato sottoposto all’obbligo della firma. Denunciate a piede libero una minorenne e una 20enne che aveva guidato l’auto assicurando la fuga alla banda. I quattro, che erano già stati identificati poco dopo, sono tutti accusati di concorso in rapina aggravata e lesioni gravissime.

Secondo la ricostruzione investigativa operata dai carabinieri di Sant’Ilario il barista, la notte del 17 novembre, si era intrattenuto a bere nel bar con una ragazzina. La porta era chiusa quando, pochi minuti dopo l’ingresso della ragazza, sentendo bussare, aveva aperto la porta e si era trovato davanti due sconosciuti travisati.

Era stato raggiunto da calci ma soprattutto pugni che l’avevano tramortito a terra con i due aggressori che, dopo aver preso il cassetto dal registratore della cassa, erano usciti inseguiti dalla ragazza, che le indagini hanno rivelato essere loro complice. I tre, quindi, erano saliti a bordo di un’auto che li attendeva poco lontano, condotta da un’altra donna su cui erano fuggiti.

Riusciti a identificare la minore, che era nel bar prima dell’aggressione, i carabinieri di Sant’Ilario hanno stretto la cerchia riuscendo a risalire a tutti i componenti della banda.