Post choc di De Lucia: la Meloni con il cadavere di Mussolini a piazzale Loreto

Il leader di Fratelli d'Italia l'ha postata sulla sua pagina Facebook e ha scritto: "Vorrei sapere da Matteo Renzi cosa pensa di questa uscita del suo consigliere comunale Pd di Reggio Emilia". De Lucia sospeso per un mese da Facebook: "E' solo satira. Dai dirigenti del mio partito un supporto silenzioso"

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Il consigliere comunale del Pd di Reggio, Dario De Lucia, ha postato su Facebook un’immagine, poi rimossa, con un fotomontaggio con piazzale Loreto con il corpo di Mussolini appeso a testa in giù e, sotto, la faccia di Giorgia Meloni.

“Intervallo con Fratelli d’Italia”, è la didascalia. L’immagine sta facendo il giro della rete grazie ai numerosi screenshot. E’ arrivata anche al leader di Fratelli d’Italia che l’ha postata sulla sua pagina Facebook e ha scritto: “Vorrei sapere da Matteo Renzi cosa pensa di questa uscita del suo consigliere comunale Pd di Reggio Emilia”.

De Lucia sospeso per un mese da Facebook: “E’ solo satira. Dai dirigenti del mio partito un supporto silenzioso”
Ha detto De Lucia a Reggio Sera: “I fascisti mi hanno segnalato e Facebook mi ha sospeso per un mese. La foto l’ho ripresa da un sito di satira, Hipster democratici, dove era stata postata da alcuni utenti. Dopo che Giorgia Meloni rideva di alcuni oppositori scrivendo ‘e anche oggi che sono a Milano le zecche comuniste sono venute a contestare’, sono circolati meme che la riprendevano nelle situazioni più disparate. L’hanno presa per i fondelli. C’è anche una foto di lei che ride con i Teletubbies. L’ho preso da una pagina satirica e mi sembrava un momento di intervallo dalla campagna elettorale. Qualcuno mi ha telefonato? I militanti mi hanno scritto dandomi il loro sostegno. Dai dirigenti del mio partito diciamo che ho avuto un supporto silenzioso”.

Non è comunque la prima volta che De Lucia provoca prendendo come obiettivo i fascisti. In passato aveva scritto su Facebook, in occasione della Giornata nazionale del ricordo delle vittime delle Foibe, relativamente una manifestazione della destra in piazza Prampolini: “Ci scusiamo per i disguidi in Piazza Prampolini di oggi, rusco abbandonato e rigurgiti dai tombini hanno deturpato l’immagine della città. Dopo neanche due ore la situazione é tornata alla normalità in maniera spontanea”.

La Lega: “Becera provocazione”
Sulla vicenda interviene anche il vice segretario provinciale Matteo Melato che scrive: “Ancora una volta il consigliere comunale De Lucia è protagonista di una becera provocazione ai danni di Giorgia Meloni raffigurando il leader di Fratelli d’Italia a Piazzale Loreto con alle spalle delle persone impiccate a testa in giù. Alla leader di Fratelli d’Italia va tutta la mia solidarietà per questo atto irresponsabile di cui il consigliere comunale si dovrebbe immediatamente scusare essendo un rappresentante delle istituzioni reggiane. Questo gesto non fa altro che soffiare sui toni accesi di questa campagna elettorale. Tal De Lucia è già stato protagonista in passato di post offensivi nei confronti di chi non la pensa come lui e dei suoi oppositori, tra questi ricordiamo tanti post offensivi nei confronti della Lega e del nostro segretario Matteo Salvini o verso chi ha partecipato ad una solennità nazionale come il giorno del ricordo delle vittime delle foibe. Il grado democratico di una civiltà si dimostra nell’accettazione dell’oppositore e ancora una volta tal De Lucia dimostra tutto il suo disprezzo verso chi non la pensa come lui. L’unico suo modo di fare politica è quello della provocazione per cercare un minimo di notorietà perché il suo contributo alla cittadinanza reggiana nelle funzioni di consigliere comunale è stato solo quello di far approvare il contributo economico nei confronti delle famiglie che avessero accolto un finto profugo, fatta naufragare poi dalla sua stessa giunta perché inapplicabile. Chiedo che il Sindaco e il PD si dissocino prontamente da questo gesto e chiedano le dimissioni del tal De Lucia”.

Più informazioni su