Quantcast

Lista Magenta: “Piscina park Vittoria: c’è una falda?”

Interrogazione alla giunta di Cesare Bellentani (Lista Magenta): "Si spera che la società sia coperta da polizza per i danni a terzi"

REGGIO EMILIA – Il cantiere del Park Vittoria trasformato in piscina è al centro di un’interrogazione presentata da Cesare Bellentani, consigliere comunale della Lista Magenta in cui chiede alla giunta se la società incaricata della realizzazione dell’opera, la Reggio Emilia Parcheggi Spa, è coperta da un’adeguata polizza assicurativa per i danni arrecati a terzi.

Bellentani fa notar che “lo scavo è allagato, e che probabilmente tale allagamento non è dovuto alle sole precipitazioni, ma anche presumibilmente alle infiltrazioni dalla falda sottostante”, che, a suo dire, ora minaccerebbero anche gli edifici circostanti e le attività commerciali in questi insediate.

Bellentani chiede quindi “se Reggio Emilia Parcheggi Spa ha dato garanzia assicurativa per danni a terzi cagionati da opera e fatti” e “di conoscere la polizza in oggetto con particolare riferimento ai rischi assicurati e ai massimali”. Antonella Telani, titolare della libreria Ariosto e membro del comitato No Park, aveva segnalato la cosa lanciando una provocazione: “E se ci facessimo un bel laghetto? Vista la quantità d’acqua che affiora dagli scavi del cantiere in Piazza Vittoria, sarebbe un’idea forse più sensata che farci un cantiere”.

E ancora: “Il comitato No Park si è battuto per mesi e mesi per mettere in evidenza tutti i rischi che potrebbero insorgere da un cantiere interrato in centro città, dai mosaici che sono andati parzialmente distrutti, ai danni agli edifici circostanti e agli alberi del parco. Il teatro Ariosto è a pochi passi da questa massa d’acqua che anticamente alimentava il fossato che circondava la Cittadella, e prima o poi dovrà trovare un sua strada e infiltrarsi da qualche parte, magari sotto il teatro o sotto le case di via Allegri…”.