Quantcast

Park Vittoria, spuntano i resti di una casa romana

Ieri il sopralluogo della soprintendenza. Il ritrovamento potrebbe far slittare il cantiere

REGGIO EMILIA – Dagli scavi del parcheggio sotterraneo di piazza della Vittoria sono spuntati i resti di una casa romana e ora il rischi è che i lavori possano subire dei rallentamenti. Il M5s ora chiede un sopralluogo dei carabinieri per verificare l’andamento del cantiere.

Ieri le indagini archeologiche che sono state supervisionate da Marco Podini, funzionario della soprintendenza. “Le indagini hanno messo in evidenza i resti di tre pavimenti in cocciopesto e di un mosaico gravemente danneggiati, in parte dal fossato medievale della cittadella (che ha asportato completamente le strutture), in parte dagli interventi successivi connessi alla continuità di vita di questo settore della città (buche di scarico legate alla trasformazione dell’area in senso produttivo, spoliazioni e reimpiego) – ha detto Podini alla Gazzetta di Reggio –. Le strutture emerse si riferiscono a quanto resta di una casa romana, ubicata nella parte risparmiata dalle distruzioni del fossato (a nord) e dell’isolato San Rocco (a sud)”.

E’ bene precisar che i rinvenimenti costituiscono l’esito di uno scavo programmato ed estensivo ai sensi della normativa vigente in materia di archeologia preventiva e saranno oggetto di indagine integrale, a prescindere dalla tabella di marcia. Una volta completato lo scavo, la Soprintendenza valuterà come procedere. Ed è sempre dalla Soprintendenza che si attende il via libera per stabilire se e come “asportare” i reperti.

Una decisione che potrebbe far slittare i tempi di realizzazione del parcheggio, come ha detto alla Gazzetta l’assessore ai Lavori Pubblici, Mirko Tutino: “Al momento non ci sono elementi per dire che il ritrovamento è stato una sorpresa tale da modificare l’andamento del progetto – spiega – ma può provocare tempi un po’ più lunghi per la cura dei reperti stessi”.

Il M5S, intanto, invita le forze dell’ordine a recarsi in cantiere: “Auspichiamo e sollecitiamo una visita dei carabinieri per verificare eventuali danni causati dalle strutture in cemento armato. Da più di un anno abbiamo ripetuto che sotto il Park Vittoria erano presenti dei mosaici di epoca romana di estremo pregio, e i fatti ci hanno dato ragione. Oltre a ciò chiederemo quanto prima un sopralluogo della commissione comunale competente per poter constatare il reale buono stato delle opere musive”. Sul ritrovamento, il consigliere di Forza Italia, Claudio Bassi, ha presentato un’interpellanza urgente in sala tricolore.