Reggiolo: una scena del crimine molto complessa

VILLANOVA DI REGGIOLO (Reggio Emilia) – Francesco Citro, autotrasportatore di 31 anni e padre di due bimbi, alle 23 della notte di giovedì 23 novembre è stato ucciso davanti alla porta del suo appartamento in un complesso residenziale ben abitato a Villanova di Reggiolo. Testimone atterrita del delitto la giovane moglie Milena Di Rose. Tre ore prima l’auto della coppia era stata data alla fiamme – il terzo atto intimidatorio nel giro di 9 giorni nel reggiolese.

I carabinieri, i tecnici della polizia scientifica e gli investigatori coordinati dalla pm Valentina Salvi hanno lavorato senza sosta per oltre un giorno per raccogliere indizi sulla scena del crimine, molto estesa dato che comprende anche tutte le pertinenze dell’appartamento e la zona antistante il condominio, dove è stato messo a segno l’attentato incendiario.

Il delitto Citro a Reggiolo

La cancellata e le cassette delle lettere dei Citro e degli altri abitanti del bel complesso residenziale di via Papa Giovanni a Villanova