La posa delle pietre di inciampo

REGGIO EMILIA – Quindici pietre posate come ricordo di quindici vittime reggiane del nazismo, una mostra inaugurata per ricordare i quasi 8mila soldati reggiani che dopo l’8 settembre 1943 finirono prigionieri in Germania. Si è appena concluso un fine settimana di grande intensità e valore per Istoreco, l’istituto storico reggiano, con la presentazione iniziative di spessore – frutto di mesi di lavoro e ricerche – che arrivano a ridosso del giorno della memoria e della partenza per Berlino di oltre mille studenti delle scuole superiori reggiane grazie al Viaggio della Memoria.

Pietre

L'inaugurazione della mostra in sinagoga