Correggio, le foto dell’aggressione

CORREGGIO (Reggio Emilia) – Un 33enne, Sebastiano Mirabito, è stato arrestato e ora si trova ai domiciliari, da questa mattina, con l’accusa di omicidio preterintenzionale per la morte di Youness Abouloufa El Idrissi, un 37enne di origini marocchine deceduto il 5 settembre scorso dopo aver avuto un malore nella caserma dei carabinieri di corso Cairoli a Reggio.

Secondo gli inquirenti la morte, provocata da un trauma cranico, sarebbe stata dovuta a lesioni conseguenti a una caduta originatasi da una colluttazione tra la vittima e due italiani di Correggio: un 33enne di origini siciliane, appunto Mirabito, che, sferrandogli un violento pugno al volto, l’ha fatto rovinare a terra facendogli, per effetto della caduta, sbattere violentemente il cranio sul pavimento, aiutato da un 32enne reggiano che, nel corso della lite, gli aveva dato una forte spinta al petto.

Omicidio

Omicidio preterintenzionale