Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Vacanze dog-friendly: tutto quello che c’è da sapere

REGGIO EMILIA – Chi ha un cane lo sa: separarsi è difficile, in molti casi impossibile. Un cane è a tutti gli effetti parte della famiglia e, quando si programmano le vacanze, è prima di tutto a lui che si pensa: quale mezzo di trasporto scegliere, per portarlo con noi? E, soprattutto, dove andare per trovare dog hotel, spiagge e ristoranti aperti ai nostri amici a quattro zampe?

Non tutti, infatti, possono o vogliono affidare il loro cane ad un amico, ad un parente, a un dog-sitter o ad una pensione. Preferiscono portarlo con sé, e regalare anche a lui una splendida vacanza tra scorrazzate libere, nuotate e passeggiate dinanzi al mare. E le località? Non stanno certo a vedere: sono sempre di più i luoghi dog-friendly in Italia e all’estero, con hotel ricchi di servizi per i quattro zampe e spiagge ad hoc. Ecco dunque che – complici anche treni, aerei e navi molto attenti al comfort degli animali – viaggiare col proprio amico “peloso” è sempre più facile. Ma cosa deve avere una destinazione, per essere considerata dog-friendly?

In vacanza col cane: le caratteristiche di una meta dog-friendly
Per valutare se una destinazione sia effettivamente dog-friendly, non basta valutare la presenza di dog hotel, e quindi di hotel che accettino i cani (di norma, per i cani di piccola taglia questo non è un problema: più difficoltà si possono invece riscontrare quando parliamo di animali di taglia grande). Necessario è anche che tali hotel abbiano a disposizione uno spazio aperto dedicato ai cani, sorgano nelle vicinanze di una spiaggia pet-friendly e – eventualmente – che mettano a disposizione di chi ha un cane camere dotate di un balconcino.

Spesso, gli hotel dog-friendly fanno trovare agli ospiti a quattro zampe una ciotola d’acqua in camera, un kit di benvenuto con snack e giochini, e talvolta hanno a disposizione veterinario, dog sitter e un servizio di toelettatura completa.

Viaggiare col proprio cane: obblighi e consigli
Ma cosa deve fare, invece, chi ha intenzione di viaggiare col proprio cane? Quali sono i suoi obblighi? Che si viaggi in Italia o all’estero, anche quando non è espressamente richiesto, è bene rivolgersi al sistema sanitario o al consolato del Paese in cui si è diretti per ottenere informazioni circa la situazione sanitaria, e valutare poi col proprio veterinario le eventuali vaccinazioni e gli eventuali farmaci da somministrare. Proprio come si fa per gli umani, e ricordandosi di portare con sé il libretto sanitario.

Se ci si reca in un Paese dell’UE, è necessario che l’animale abbia il passaporto comunitario e un tatuaggio chiaramente leggibile o un microchip elettronico; Gran Bretagna, Irlanda, Svezia e Malta accettano solo cani identificati col microchip elettronico, ed è sempre necessario che sul passaporto (rilasciato dal Sistema Veterinario Ufficiale) sia riportata la vaccinazione antirabbica (la Finlandia richiede anche il trattamento preventivo per l’echinococco, da effettuarsi almeno trenta giorni prima della partenza).

Perché Bibione è una meta pet-friendly
Tra le migliori mete in Italia per una vacanza pet-friendly, un posto d’onore spetta a Bibione. Qui, in provincia di Venezia e nel comune di San Michele al Tagliamento, il turismo a quattro zampe è una realtà – e un valore aggiunto – ormai da anni.

Tanti sono gli i dog-hotel di Bibione, appartenenti al circuito Club Bibione Pet Hotels. E c’è persino una spiaggia, la Spiaggia di Pluto, con kit di benvenuto per i cani, la possibilità di noleggiare lettini e ombrelloni di ultima generazione – con paraombra e cuscino incorporato per assicurare il massimo comfort – e lettini a misura di cane. Ogni piazzola ha qui una ciotola d’acqua personale per assicurare al cane la giusta idratazione durante il giorno, e a disposizione degli ospiti ci sono guinzagli con doppio moschettone, una zona giochi recintata con strumenti di agility e altre discipline, doccette su misura per i cani e persino… un gelato preparato per loro, con ingredienti esclusivamente naturali.

Ecco dunque che, a Bibione, è possibile godersi le vacanze col proprio amico a quattro zampe in tutta serenità, avendo la certezza di trovare servizi studiati ad hoc per il suo benessere e il suo divertimento. E non solo in hotel, o in spiaggia: la splendida natura dei dintorni, la pineta e i percorsi ciclopedonali, sono perfetti per un’uscita in bicicletta o per un trekking col cane. Prima di rientrare in albergo, e trovare un’accoglienza d’eccellenza fatta di: pernottamento in camera con balcone, spazi verdi per una passeggiata, ciotola d’acqua in camera, tappetino o lettino, spiaggia riservata, veterinario a richiesta e a pagamento.

All’arrivo in albergo, al momento del check-in, è poi possibile richiedere la Bibione Pet Card, che garantisce servizi, sconti ed agevolazioni in ristoranti, parchi divertimento, noleggio natanti e windsurf, scuole di nuoto, noleggio biciclette, negozi, cliniche veterinarie ed escursioni ai clienti che pernottano presso gli alberghi aderenti all’iniziativa.

Più informazioni su