Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Synchromech, da Sassuolo un nuovo approccio alla progettazione Cad

Massimiliano Colella e Marco Cortese, co-fondatori dello studio: “La precisione, l’esperienza sul campo e la personalizzazione dei progetti sono alla base del nostro lavoro"

SASSUOLO (Modena) – Nel cuore del polo nazionale della meccanica una delle figure più richieste è sicuramente quella del progettista CAD. Sono tanti gli studi tecnici al servizio delle aziende emiliane, ma non sempre l’offerta è all’altezza della domanda. Gli interessi economici e la fretta infatti, spesso, influenzano la qualità del lavoro. Ne abbiamo parlato con Massimiliano Colella e Marco Cortese, co-fondatori di Synchromech, l’impresa che sta tentando di cambiare l’approccio all’interno del settore.

Buongiorno Massimiliano e Marco, parlateci di Synchromech
Massimiliano: “Abbiamo deciso di creare Synchromech per rispondere ad un’esigenza di mercato sempre più forte. Questa è una zona prettamente industriale, il lavoro per gli studi di progettazione CAD non manca mai. Quello che manca, a volte, è la dedizione e la cura dei dettagli”.

Marco: “Esatto. Noi siamo i nostri primi e più feroci critici, questo ci spinge ad impegnarci sempre di più, cosa che i nostri clienti apprezzano tantissimo”.

Ma cosa vi distingue dagli altri studi di progettazione Cad?
Marco: “Innanzitutto l’attenzione per ogni progetto, considerato un tassello per l’evoluzione della nostra professionalità che ci permette di realizzare progetti sempre più impegnativi. I macchinari che progettiamo sono fatti su misura, sulla base delle esigenze del cliente, per questo è importante per noi essere sempre presenti, in modo che ogni fase, anche quella finale, sia supervisionata”.

Massimiliano: “Inoltre, mettendo la mia esperienza di oltre 25 anni attraverso tutti gli stadi della filiera, da montatore meccanico fino a diventare progettista, al servizio di Synchromech, siamo in grado di porci come interlocutori tra le richieste del cliente e la realizzazione pratica”.

Da dipendenti ad imprenditori: cosa vi ha spinto a “scommettere” sul vostro futuro?
Massimiliano: “Ci pensavo da qualche anno ma non mi sentivo pronto per un’avventura del genere, l’incontro con Marco ha catalizzato questa idea perché ci siamo trovati subito in sintonia, entrambi appassionati di meccanica ma con due percorsi completamente differenti. Io Perito Meccanico e Marco Ingegnere Meccanico con specializzazione in robotica: i nostri approcci differenti relativi all’analisi di un problema spesso sono l’arma vincente per una risoluzione ottimale dello stesso, da qui la naturale decisione di dar vita a Synchromech”.

Marco: “Abbiamo pianificato cercando di equilibrare l’entusiasmo per questo lavoro con gli aspetti prettamente imprenditoriali al fine di rendere la nostra azienda simile a noi, dinamica e concreta”.

Siete appena nati, ma già affermati…
Massimiliano: “Siamo fortunati: abbiamo appena cominciato ma il lavoro non manca, anzi, siamo già pronti ad espanderci. Stiamo infatti cercando nuove figure, sia da formare che con esperienza. Tenendo conto che molti disegnatori non hanno mai visto un’officina, all’occorrenza ci riproponiamo di mostrare loro i progetti realizzati con visita presso il cliente”.

Marco: “Io non sono qui da molto ma ho potuto verificare di persona la considerazione che i clienti hanno per Massimiliano, che si è costruito carriera e credibilità in tanti anni di lavoro ben fatto”.

Il vostro obiettivo è anche cambiare il “metodo” all’interno del settore
Marco: “Sì, vorremmo riuscire a cambiare il rapporto tra il cliente e lo studio di progettazione. Purtroppo in questo settore la fretta è sempre uno dei fattori determinanti. Noi lavoriamo con l’azienda costruttrice, che è costantemente pressata dal cliente finale”.

Massimiliano: “A volte manca un po’ di pianificazione, che si riflette sul nostro lavoro. Stiamo cercando di invertire questa tendenza lavorando in sinergia con i clienti per fornire un servizio di qualità sempre maggiore”.

Dove vi possiamo trovare?
“Nel nostro studio a Sassuolo, in via Adda 50/D o al numero 0536256097. Inoltre potete visitare il nostro sito o venirci a trovare a Farete 2019, la fiera di Confindustria Emilia a Bologna, il 4 e 5 settembre, Padiglione 15 – Q31”.