Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Cinque consigli per essere più organizzati in ufficio

Considerando che lo smart working ha trasformato la propria casa in un vero e proprio ufficio, ecco alcuni trucchi per essere sempre organizzati

REGGIO EMILIA – Ah la produttività, che meravigliosa parola: oggigiorno sembra quasi il termine chiave per ogni ambito della nostra vita. Quando si va a fare la spesa, quando si fa pulizie in casa e, soprattutto, quando si lavora in smart working. Insomma, la pandemia ha cambiato tantissime vite, ma tralasciando le disgrazie che purtroppo ci accompagnano ogni giorno sui telegiornali, in questo articolo vogliamo concentrarci su un’altra cosa.

Stiamo parlando in particolare di rendere la propria postazione di lavoro ancora più efficiente, grazie a un’organizzazione specifica. Per esempio, su https://shoppable.it/ potete trovare numerose idee regalo e dispositivi ma anche accessori che vi aiuteranno a dimezzare il tempo per task che richiedono diversi minuti al giorno. Ma bando alle ciance ed ecco i nostri trucchi per rendere più organizzato il proprio ufficio, casalingo o no che sia.

Aggiornamenti in corso
Se vi è capitato anche solo una volta, saprete già di cosa vi stiamo per parlare. Quando ci si siede alla scrivania per iniziare la propria giornata lavorativa, non si può prescindere dall’utilizzo di certe apparecchiature. Ciò comporta che un monitor sporco, una stampante rotta o senza inchiostro, un mouse lento come una lumaca e un PC con un sistema operativo da aggiornare non combaciano proprio con la produttività.

In questo senso, è sempre bene tenere sotto controllo tutti i dispositivi e gli strumenti che si utilizzano nel proprio lavoro, per fare in modo che tutti siano sempre aggiornati e al passo con i tempi e le esigenze lavorative. Il rischio è quello di dover impiegare il doppio del tempo perché, per esempio, la stampante non emette il colore nero come dovrebbe.

Cavi sbarazzini
Panico, paura, disastri improvvisi se si hanno felini in casa: i cavi dei diversi dispositivi tecnologici sono una cosa aberrante e difficile da controllare, forse di poco sotto la Chimera domata da Ercole. Sta di fatto che vadano assolutamente organizzati in qualche modo. Anche solo per dare l’impressione di lavorare e di vivere le classiche 8 ore lavorative in un ambiente più minimale, pulito e accogliente.

A tal proposito, vi consigliamo di chiedere la mano a un esperto oppure di escogitare dei sistemi di smistamento dei cavi ottimizzati in base agli spazi che avete a disposizione. Allo stesso modo utile sarà colorare ognuno con una tonalità diversa, così non dovrete nemmeno impazzire quando andrete alla ricerca del cavo del monitor.

Migliorare la qualità dell’ambiente
Qui forse arriva un po’ il tasto dolente, ma neanche tanto se si lavora in smart working: rendere l’ambiente più accogliente e confortevole. Per farlo ci sono diverse modalità, ma quella che preferiamo e che vi consigliamo è di andare all’Ikea o da Happy Casa e trovare tutti quei piccoli accessori e oggettini apparentemente inutili e su cui spesso vi soffermate in altri momenti. Colorate l’ambiente del vostro ufficio con piantine, quadri, disegni colorati, lampade, oggetti di design. Insomma, tutto ciò che serve deve essere funzionale a una cosa: creare un luogo in cui vi siano contrasti efficaci, permettendo agli occhi e alla mente di riposarsi dopo 2 ore di lavoro senza distogliere però la concentrazione.

Archiviazione is the way
Capitano a tutti quei periodi più intensi di lavoro, in cui le diverse task si accavallano e si finisce quasi per impazzire. Lo stress in questi casi raggiunge picchi spaventosi, anche perché le scadenze si fanno sempre più vicine e sembra di essere sempre indietro di almeno cinque passi. Ecco, a tal proposito vi suggeriamo di approfittare di quei momenti più calmi per organizzare tutti i documenti, i file sul PC, le cartelle, le foto, le e-mail. Archiviando ciò che non è più necessario e ritrovandovi con un ordine più pulito riuscirete a lavorare meglio e più velocemente.

Comfort e design
Essere produttivi e organizzati a lavoro è il sogno di molti, se non di tutti i lavoratori che svolgono compiti in un luogo del genere. Ebbene, non bisogna dimenticare anche che un ruolo fondamentale che non va mai trascurato è il design degli oggetti.

Un computer mezzo rotto, una tastiera sporca, una scrivania che andrebbe un attimo messa a nuovo sono tutti elementi che contribuiscono non solo a creare disagio e quindi fastidio, ma anche a rendere meno produttivi a lavoro. Comfort e design degli ambienti vanno assolutamente di pari passo, perciò bisogna sempre tenerlo a mente.