Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Scarlett: l’App Made in Reggio per un’Italia pronta a ripartire

Risparmi economici e tempistiche abbreviate grazie alla digitalizzazione. Ecco Scarlett: una nuova app Made in Reggio ideata dal giovane team dell'azienda Iter Innovation

REGGIO EMILIA – Durante il lockdown l’Italia ha dovuto accelerare i suoi processi nel campo della digitalizzazione per fronteggiare l’emergenza sanitaria, ma ora che il passo in avanti è stato fatto è necessario continuare a cavalcare l’onda dell’innovazione, per crescere in competitività e assicurarsi un’ottimizzazione delle proprie risorse aziendali.

Ecco quindi la nascita di Scarlett: nuova app made in Reggio ideata dal giovane team dell’azienda Iter Innovation, leader reggiana nella creazione di soluzioni digitali.

Grazie al rapporto di vicinanza coi clienti, l’azienda ha potuto cogliere i segnali di apprensione da parte degli stessi, dovuti in parte a spese onerose per materie prime e relativi spazi logistici. Da qui lo sviluppo di un sistema di gestione, compilazione ed organizzazione dei rapportini per tutte le realtà che si occupano di manutenzioni ed installazioni.

Iter Idea, business unit di Iter Innovation, ha quindi sviluppato un supporto digitale che può sostituirsi in pieno alla classica carta stampata, velocizzando i tempi di lavorazione ed evitando di incorrere in errori umani, con conseguente risparmio di tempo anche per sopperire a questi ultimi. L’app permette, inoltre, di gestire le proprie attività in agenda e quelle del team grazie al controllo in modalità “supervisore”.

Modelli personalizzati, traduzioni automatiche, la possibilità di allegare media di ogni tipo, l’utilizzo della dettatura vocale e la firma digitale (anche offline) sono solo alcune delle funzioni atte alla facilitazione dell’apparato lavorativo aziendale.

Scarlett, oltre agli innumerevoli vantaggi sopra descritti, offre un risparmio annuale di 150 ore lavorative (circa un mese di lavoro) e contribuisce alla salvaguardia dell’ambiente: utilizzando l’app è infatti possibile un risparmio medio di 6’000 fogli di carta, praticamente un intero albero adulto.

Le cifre sono state elaborate dal team in base ai riscontri con alcune Pmi della zona. Esportate su scala nazionale, dove da recenti dati si stima la presenza di circa 148’531 Pmi, il riscontro di queste cifre avrebbe un carattere quasi utopistico in termini di salvaguardia ambientale: ogni azienda potrebbe salvare un albero ogni anno, arrivando così alla preservazione di centinaia di migliaia di foreste.

La digitalizzazione è il futuro ed associarla ad un mondo migliore anche per chi verrà è un gesto lodevole.