Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Prestiti alle famiglie in aumento

REGGIO EMILIA – Secondo quanto rilevato dagli ultimi studi di settore, lo scorso anno il mercato si è reso protagonista di un significativo aumento delle richieste di accesso al credito da parte delle famiglie italiane pari a +6,8% rispetto al 2018, con tutta probabilità in ragione della convenienza dei tassi di interesse applicati e delle condizioni vantaggiose generalmente offerte dagli istituti di credito.

Più specificatamente, sono incrementati sia i finanziamenti destinati all’acquisto di beni/servizi che i prestiti personali, rispettivamente dell’8,5% e del 4,7%, registrando tra l’altro un record per quanto riguarda le somme mediamente richieste, che si aggirano sui 9.512 euro (contro una media di euro 8.600 di un decennio fa). Si sottolinea inoltre che la maggioranza preferisce beneficiare di somme inferiori a 5.000 euro (45,9%), mentre il 22,7% degli italiani opta per finanziamenti tra 10.001 e 20.000 euro e solo il 19,1% per quelli tra 5.001 e 10.000 euro.

Ponendo infine attenzione alla durata dei prestiti richiesti dalla popolazione italiana, si evince una netta preferenza per i piani di restituzione delle somme finanziate superiori a 5 anni con il 26,7% del totale, evidentemente al fine di ridurre l’impegno mensile.

Tra le forme di finanziamento più diffuse sul territorio vi sono i finanziamenti agevolati, forme di prestito a condizioni particolarmente vantaggiose, di cui possono beneficiare solo determinate categorie di soggetti espressamente indicati, in forza di apposite leggi o convenzioni. Nella maggior parte dei casi, tali agevolazioni consistono nell’applicazione di tassi di interesse inferiori a quelli generalmente applicati dall’istituto erogante oppure nella semplificazione dei requisiti di accesso al credito.

Rientrano all’interno di tale categoria i prestiti d’onore disposti in favore degli under 35, generalmente riservati a giovani imprenditori o studenti universitari meritevoli ma con un reddito al di sotto di talune soglie minime. Vi sono altresì prestiti d’onore specifici per la categoria degli studenti, introdotti a seguito di convenzioni tra banche ed atenei universitari, ove l’agevolazione consiste nella erogazione di un prestito per finanziare gli studi del richiedente (ad esempio, per l’iscrizione ad un corso di specializzazione), senza che questi debba presentare alcun garante e con l’impegno a restituire l’importo percepito a partire da una data postuma all’erogazione.

Possono annoverarsi tra i prestiti agevolati anche i finanziamenti destinati alle Pmi e alle giovani imprenditrici operanti in specifici settori fra cui l’artigianato, il turismo ed il commercio. Infine, negli ultimi anni sta riscuotendo peculiare successo nell’ambito finanziario il cosiddetto microcredito nella formula del fondo di garanzia, caratterizzato dal fatto che qualora il debitore si renda inadempiente nel pagamento delle rate, l’istituto erogante può rivalersi nei confronti del Fondo cui il soggetto accede (per maggiori informazioni sul microcredito e sulle altre forme di finanziamento agevolato: Zonaprestiti.com).