Quantcast

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Mercato forex: cosa aspettarsi da dollaro, euro e sterlina nei prossimi mesi?

REGGIO EMILIA – Chiunque si dedichi al trading con continuità, sicuramente ha già sentito parlare del Forex: un acronimo che sta per Foreign Exchange Market e che fa riferimento al mercato valutario più grande del mondo, oltre che quello con maggior liquidità. Si consideri infatti che, ogni giorno, nel Forex vengono registrate compravendita per circa 4 miliardi di dollari.

Non sorprende dunque che un numero sempre crescente di aspiranti trader si informino per capire il funzionamento del trading online e che anche gli investitori più esperti cerchino indicazioni relative ad alcune delle sue valute più apprezzate. In questo senso, per capire cos’è il forex trading il suggerimento è quello di rivolgersi ad esperti del settore come i professionisti di Migliorbrokerforex.net, che offrono un valido supporto a tutti coloro che vogliono imparare il funzionamento degli asset finanziari e del mercato azionario.

Breve storia del forex

Come già anticipato in precedenza, il Forex è un mercato di valute e questo vuol dire che a suo interno le valute vengono trattate come se fossero degli asset finanziari a se stanti: in altre parole, all’interno del Forex una valuta può venire scambiata sia con altre valute che con beni di altra natura. Il funzionamento del Forex è grosso modo il medesimo da quando venne lanciato nel lontano 1971 durante la presidenza Nixon.

L’unica grande differenza è che all’epoca il tasso di cambio fisso del Forex veniva fatto con il dollaro e che il dollaro, a sua volta, aveva un suo tasso fisso con l’oro. Negli anni ’70 l’oro veniva quotato circa 35 dollari per ogni oncia, ma il successivo esaurimento delle riserve statunitensi costrinse una repentina sospensione degli accordi di cui sopra.

Investire in coppie di valute

Nel Forex si parla di scambi di valuta, ma non solo. Una delle operazioni più tipiche di questo mercato prevede infatti la compravendita di “coppie di valute”. Questo genere di investimento si svolge su quello che potremmo definire come un doppio binario: investire in coppie di valute significa infatti comprare una valute nello stesso momento in cui se ne vende un’altra. Una delle coppie di valute più apprezzate all’interno del Forex da qualche anno a questa parte è senza ombra di dubbio quella composta da euro e dollaro (descritta con la dicitura coppia EUR/USD).

Comprare la coppia EUR/USD significa che si stanno comprando degli euro mentre si vendono dei dollari. Allo stesso modo vendere la coppia EUR/USD significa vendere in euro mentre si compra in dollari. Il dollaro americano non è soltanto una delle valute più apprezzate nel Forex, è la valuta più scambiata in assoluto in tutto il pianeta e un vero e proprio punto di riferimento per lo stato di valute differenti. La storia dell’euro è certamente più recente, ma anche questa valuta ha avuto un grandissimo successo in questo mercato, essendo la moneta ufficiale di tutta l’Unione Europea. Detto ciò esistono molte altre valute di grande successo nel Forex, come ad esempio lo yen giapponese, il franco svizzero e la sterlina inglese.

Come fare previsioni sulle valute

Fare previsioni sull’andamento delle valute e delle quote ad esse legate è molto complesso. I fattori in ballo infatti sono molteplici e, spesso e volentieri, vanno a legarsi a questioni di politica e di economia sia nazionale che internazionale. Ad esempio, per provare a fare previsioni sull’andamento della sterlina, è innanzitutto necessario conoscere la politica monetaria inglese, oltre che ovviamente i tassi di interesse nazionali.

Questi ultimi infatti possono avere un impatto sia diretto che indiretto sul Forex: in linea di principio, l’aumento del tasso di interesse di una valuta porta ad un suo aumento di valore nel Forex, ma esistono tante eccezioni alla regola. In tal senso è possibile pensare, ad esempio, ai tassi di interesse figli di economie instabili che potrebbero portare la valuta in questione ad un vero e proprio crollo di valore.