Quantcast

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Come sapere se e quando fidarsi di un sito internet, specialmente se si deve effettuare una transazione

Suggerimenti per scegliere un sito affidabile

REGGIO EMILIA – Non è mai facile capire se un’offerta online sia o meno veritiera, e se effettuare una transazione su di un determinato sito web sia o meno sicuro. Ecco alcuni accorgimenti che possono guidare nella scelta per evitare di incappare in truffe, furti di dati e raggiri di ogni tipo. Intanto bisogna fare molta attenzione alle offerte fin troppo convenienti, spesso nascondono attività illegali e quindi bisogna tenersene a distanza.

Se non lo si conosce già per acquisti precedenti, bisogna informarsi sull’affidabilità del venditore consultando le recensioni che altri clienti hanno lasciato in precedenza. In questo caso ci si deve fidare al 100% solo dei commenti e dei voti lasciati su piattaforme indipendenti da parte di clienti certificati.

Nella home page del sito devono essere riportati i dati completi dell’azienda che lo gestisce quali la denominazione sociale, la partita Iva, il numero di registro delle imprese e i recapiti di contatto. Meglio diffidare dei siti che non offrono un servizio di assistenza immediato e sempre disponibile. Le transazioni devono essere effettuate su connessione https protetta. Il sito deve riportare chiaramente i termini e le condizioni di vendita, i riferimenti alla normativa sul diritto di recesso e i tempi di consegna della merce acquistata.

Piattaforme di pagamento online
La sicurezza su internet è un fattore di estrema importanza e la presunta mancanza di essa è uno dei punti su cui i detrattori della rete insistono maggiormente per denigrarla. In realtà, se si fa un minimo di attenzione e si effettuano pagamenti solo su piattaforme certificate a livello indipendente, il timore della sicurezza nel web si affievolisce di molto.

Gli acquisti online, se effettuati su siti affidabili, sono di anno in anno sempre più sicuri. I livelli di sicurezza sono assicurati da una complessa rete crittografata che trasporta dati online con il protocollo SSL (Security Sockets Layer) creato da Netscape nel 1994. Le informazioni nel passaggio da browser a sito vengono criptate per evitare indebite intromissioni.

Altro sistema, in questo caso creato da Visa e Mastercard, è il SET (Secure Electronic Transaction) che rende non leggibili i dati relativi ai pagamenti con carte di credito.
Da qualche anno, grazie ai PSP, si può effettuare un pagamento con carta online senza inserire nemmeno una cifra.

Il pagamento in questo caso avviene attraverso il portafoglio virtuale del Payment Service Provider che in precedenza era stato collegato alla carta di credito o debito o anche al conto bancario. Qualora non si volessero utilizzare le carte di credito classiche si può fare affidamento a quelle ricaricabili o virtuali, i cui dati sono validi per un unico utilizzo.

Gioco online e sicurezza
Se si decide di giocare online prima di scegliere il sito su cui farlo è consigliabile verificare che sia stato approvato dai Monopoli di Stato e che quindi abbia un numero di autorizzazione, che utilizzi forme di pagamento certificate, come per esempio PayPal e, se possibile, che sia costruito con un software Playtech.

Le casinò Playtech sono, infatti, riconosciute in tutto il mondo come innovative, facili da utilizzare e, soprattutto, sicure al 100%. Hanno una doppia certificazione: oltre che dal Monopolio sono certificate anche dalla BMM International, società multinazionale leader nel mondo in questo settore.

Ulteriori strumenti per sentirsi più sicuri
La legge tutela chi acquista online: se il prodotto non viene consegnato entro 30 giorni dalla conferma dell’ordine è possibile annullarlo. Nel caso di pagamento già avvenuto il venditore deve rimborsare i soldi entro un mese. Esiste il diritto di recesso che prevede la restituzione del prodotto con rimborso. Per detettare possibili siti malevoli, tentativi di phishing o di attacchi con virus è consigliabile dotarsi di anti-virus aggiornato e firewall.

Conclusione
Il commercio online negli ultimi anni sta crescendo anche in Italia a ritmi da doppia cifra percentuale. Questo fenomeno fa sì che sempre più connazionali familiarizzino con i sistemi di pagamento utilizzati per comprare, acquistare servizi o giocare online.

Al contempo le istituzioni, i gestori di carte di credito e le banche implementano sistemi sempre più sofisticati per proteggere i nuovi clienti della rete. Non bisogna, quindi, fidarsi ciecamente di tutto ciò che si trova su internet, ma affidarsi ai siti controllati e alle piattaforme certificate che garantiscono un’esperienza di acquisto in piena sicurezza.