Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Amazon, il colosso si espande

REGGIO EMILIA – Compito di grandi aziende come Amazon è quello di non starsene mai con le mani in mano e cercare sempre nuove occasioni di espansione. E questo è proprio quanto sta accadendo in questo periodo come confermano alcune indiscrezioni che vorrebbero Amazon vicinissima all’acquisto di Yes, il canale sportivo della Fox che nel frattempo era passato sotto il controllo della Disney con un’acquisizione da 71 miliardi di dollari.

Amazon non è la sola entità che parteciperebbe a questo mastodontico acquisto. Si tratta di una cordata di investitori tra i quali figurano anche i New York Yankees, i quali detengono già una quota del 20%. Il valore della transazione che vede le parti già d’accordo sarebbe intorno ai 3,5 miliardi di dollari.

Amazon cresce e ingloba Yes
Yes non è una realtà televisiva qualsiasi, si tratta di uno Network di 22 canali sportivi regionali che apparteneva a Fox ed è ora passato nelle mani di Disney, dopo l’acquisto da parte di questa azienda della maggior parte degli asset della 21th Century Fox. Già nei mesi scorsi si era palesato l’interesse di Amazon per l’acquisto di questi canali.

L’obiettivo di Amazon è diventare proprietaria di Fox Sport il canale sportivo che trasmette le partite di baseball comprese quelle dei New York Yankees e dei Brooklyn Nets. Cinque anni fa era Fox ad acquistare il canale Yes, per l’80 per cento del suo valore, valutato 3,9 miliardi di dollari. Oggi il prezzo si sarebbe abbassato e Amazon sarebbe disposta a spendere 3,5 miliardi al massimo.

L’idea di Amazon non è certo rimasta sconosciuta, ma al contrario, ha suscitato subito l’interesse dei network sportivi e di informazione, come anche dei mercati finanziari. Per questo non pochi investitori stanno cercando di capire come si comprano azioni Amazon in tempi brevi. La mossa del colosso dell’e-comerce potrebbe avere eccellenti ripercussioni sul suo titolo di borsa, con buone prospettive di guadagno.

Al via anche le nuove librerie
Sul fronte interno intanto Amazon si appresta ad un ritorno alle origini. Sembra imminente l’apertura di nuove librerie da parte dell’azienda. I libri sono da sempre nell’anima della società in quanto è da questo tipo di vendita che partì Jeff Bezos per costruire il suo impero commerciale.

Per fare questo passo Amazon sarebbe pronta a chiudere i suoi pop-up store per riconvertirli in librerie negli Stati Uniti, rigorosamente marchiate Amazon. Stando a questa decisione dovrebbero prepararsi a chiudere 87 negozi sparsi in tutto il territorio americano. I pop-up store sono piccoli punti vendita inseriti specialmente in centri commerciali dove vengono presentate le ultime novità in vendita su Amazon.

Stando alle stime aziendali questa tipologia di negozi non sarebbe più conveniente da portare avanti, dunque sarebbero destinati a chiudere. Anche perché le loro funzioni potrebbero tranquillamente essere svolte dalla catena Whole Foods acquisita nel 2017 oppure dai punti vendita Amazon Go, ma in verità l’azienda ha anche in programma di aprire alcuni supermercati.

L’ultima idea nata in ordine di tempo è anche l’apertura dei 4-stars store. Si tratta di negozi dove verrebbero vendute soltanto merci che hanno ottenuto sull’e-commerce una valutazione da 4 stelle a salire da parte dei clienti che hanno fatto l’acquisto in rete.

Con tutte queste potenziali novità in arrivo è normale che il titolo Amazon si presenti in questo periodo più caldo che mai. Gli investitori si preparano a un possibile rally rialzista guidato non solo dagli investimenti nel mattone dell’azienda, ma anche e soprattutto dal nuovo settore di profitti che l’anno scorso ha fatto volare i conti di Amazon ovvero la pubblicità interna alla piattaforma online.