Via Anna Frank, raccolte firme per la pista ciclopedonale

Sabato e domenica i banchetti dei cittadini delle frazioni di Gavasseto e Sabbione: "Nonostante il bilancio degli incidenti su questa strada sia ogni anno più grave, non è mai stato presentato nemmeno un progetto a riguardo"

REGGIO EMILIA – Sabato e domenica i cittadini delle frazioni di Gavasseto e Sabbione raccoglieranno le firme per chiedere alla giunta e al consiglio comunale di Reggio Emilia la costruzione di una pista ciclopedonale su via Anna Frank. Scrivono i residenti: “Sono ormai passati anni da quando la politica ha cominciato a parlare di costruire una pista ciclopedonale su via Anna Frank a Reggio Emilia, soprattutto in sede di campagna elettorale, con tante belle parole, ma nessun fatto concreto. Da tempo immemore i cittadini chiedono la costruzione di una pista ciclopedonale che, partendo da Arceto, colleghi le frazioni di Sabbione e Gavasseto al nostro capoluogo e, nonostante il bilancio degli incidenti su questa strada sia ogni anno più grave, non è mai stato presentato nemmeno un progetto a riguardo”.

Per tale motivo i cittadini, stanchi di vedere infrante le promesse ricevute, hanno deciso di mettersi in gioco in prima persona per portare all’attenzione dell’amministrazione cittadina un problema non più rimandabile.

gavasseto

Vittorio Spagni, 26 anni, è il promotore della raccolta firme: “Siamo frazioni isolate, sono anni che il Comune non investe nulla a favore della viabilità di queste zone: persino raggiungere le poche fermate degli autobus è diventato pericoloso, lungo la strada non ci sono opere in grado di tutelare a sufficienza l’incolumità di chi la chi percorre a piedi o in bicicletta, nemmeno delle banali strisce pedonali. Nel frattempo il Comune ha stanziato i fondi per la costruzione del primo stralcio di tangenziale di Fogliano, il quale, terminando su via Anna Frank, non potrà fare altro che intensificare ulteriormente la già compromessa viabilità del luogo. La carreggiata intera è larga meno di 5 metri e, nonostante questo, ad oggi è l’unica via in cui è consentito il traffico di mezzi pesanti ed i cui lunghi rettilinei privi di autovelox permettono alle stesse auto di sfrecciare ben oltre il doppio della velocità consentita. A quanti incidenti dovremo ancora assistere prima di vedere finalmente costruita l’opera tanto decantata?”.

La raccolta firme sarà effettuata sabato a Sabbione in via Anna Frank di fronte al bar Papeye dalle 9 alle 12.30 e domenica in via Sagacio Muti di fronte alla chiesa di Gavasseto dalle 9 alle 12.30.