Una doppietta di Lanini affonda la Lucchese: 2-1 foto

Il bomber granata segna con un missile dalla distanza e con un rigore nel primo tempo. I toscani accorciano trovando Turk fuori dai pali

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – “Forza vecchio cuore granata” il grido di battaglia che risuona all’interno delle mura del Città del Tricolore. E la Reggiana, spinta dai suoi fedeli supporters, si impone per 2 – 1 al cospetto della Lucchese. A risplendere è la stella di Lanini autore di una doppietta. A macchiare l’incontro è solo e soltanto la rete di Rizzo Pinna. In sala stampa il traghettatore Aimo Diana afferma: “un successo dettato dai fidati vecchietti capaci di trascinare le giovani leve” (foto Bucaria).

Primo tempo

Fasi di studio le prime battute di gioco poi, allo scoccare del nono minuto, a mutare il corso del match provvede Lanini il quale, dopo aver ubriacato con un pregevole gioco di gambe il diretto rivale, genera la parabola perfetta volta a ipnotizzare Coletta e al contempo far gioire ‘Teste Quadre’ e ‘Gruppo Vandelli’. Un’euforia di breve durata dal momento che Rizzo Pinna pareggia i conti sorprendendo con un pallonetto l’estremo difensore granata. Rosafio si diletta nel dare vita, avvalendosi del suo magico sinistro, a un tiro a giro che sfortunatamente soffia sul legno. Vi è spazio anche per osservare la conclusione di Guiebre terminare in curva. Rintocca il ventiquattresimo, è tempo di cooling break. Un momento in cui i gladiatori hanno la possibilità di reidratare il corpo quando la temperatura risulta essere superiore ai 32 gradi centigradi. Il caldo è però fatale per il signor Visconti dato che lo induce ad abbattere, nella propria area di rigore, con le maniere cattive, Rosafio. Il direttore di gara, senza alcuna esitazione, assegna il penalty dagli undici metri. Sul dischetto si presenta Lanini che non lascia scampo al numero 1 toscano. La Reggiana è nuovamente in vantaggio. In chiusura di sipario del primo atto l’autore della doppietta, da posizione invitante, manca l’appuntamento con la sfera.

Secondo tempo

Muroni dopo essersi svincolato dalla spire dell’avversario calcia in porta, ma debole è la conclusione. Mister Maraia constatando che la propria equipe è in difficoltà sul piano fisico, si avvale delle sostituzioni per apportare modifiche alla struttura organizzativa della stessa. Da segnalare sono i numerosi chilometri macinati sulla corsia di sinistra da Abdul Guiebre. Magistrale è la classe balistica di Lanini che vede infrangersi sull’arto inferiore di Pirola il possibile terzo sigillo. Termina con un successo la prima uscita stagionale della Reggiana e come soleva dire Orazio: “chi ben comincia, è alla metà dell’opera”.

Il tabellino

A.C. REGGIANA – LUCCHESE 1905: 2 – 1

Marcatori: 9’ – 33’ (su calcio di rigore) Lanini (R), 11’ Rizzo Pinna (L).

A.C. REGGIANA (3-5-2): Turk; Luciani, Rozzio, Laezza (dal 79’ Cauz); Guiebre (dal 85’ Nicoletti), Kabashi (dal 73’ Sciaudone), Muroni, Nardi, Guglielmotti; Lanini (dal 79’ Montalto), Rosafio (dal 72’ Pellegrini). A disposizione: Voltolini, Libutti, Varela Djamanca, D’Angelo, Orsi, Hristov. Allenatore: Aimo Diana.

LUCCHESE 1905 (3-5-2): Coletta; Tiritiello, Bachini (dal 54’ Pirola, dal 75’ Quirini), Benassai; Alagna (dal 54’ Bruzzaniti), Mastalli (dal 67’ Tumbarello), Franco, Di Quinzio, Rizzo Pinna (dal 67’ Semprini); Visconti, Romero. A disposizione: Galletti, Cucchietti, Maddaloni, Ferro, D’Ancona, Catania, D’Alena, Merletti, Ravasio. Allenatore: Ivan Maraia.

Arbitro: Andrea Ancora sez. di Roma1 (Assistenti: Andrea Nasti sez. di Napoli, Amedeo Fine sez. di Battipaglia. IV ufficiale: Emanuele Ceriello sez. di Chiari).

Note – Ammoniti: Visconti, Laezza, Bachini. Angoli: 2 – 1. Recupero: 2’ pt. – 5’st.

Più informazioni su