Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Soldi russi ai partiti, la Lega e FdI attaccano: “È il momento delle querele”

"Sono certa del fatto che Fratelli d'Italia non prenda soldi dagli stranieri", dichiara Giorgia Meloni

ROMA – “L’unica certezza è che a incassare denaro dal Cremlino è stato prima il Partito Comunista Italiano e in epoca recente “la Repubblica” che per anni ha allegato la rivista “Russia Oggi”. La Lega ha dato mandato ai propri legali di querelare chiunque citi impropriamente il partito e Matteo Salvini come è già accaduto in alcuni contesti televisivi con particolare riferimento al sindaco del Pd Matteo Ricci.

Non saranno più tollerate falsità e insinuazioni: ora basta”. Così una nota della Lega risponde alle dichiarazioni dell’ex ambasciatore americano alla Nato, Kurt Volker, che citando un rapporto dell’intelligence americana avrebbe tirato in ballo Fratelli d’Italia, Forza Italia e Lega tra i partiti politici che avrebbero ricevuto finanziamenti dal governo di Putin.

MELONI: “FDI COINVOLTA IN FONDI? PRONTA QUERELA A REPUBBLICA E VOLKER”

“Oggi leggo un titolo surreale su ex ambasciatore americano alla Nato” Kurt volker “che cita FdI” ma “siccome è tutto verificabile, quali sono le nostre fonti di finanziamento e quali sono ragioni che spingono gli italiani a votarci, non è un buon giornalismo e un buon modo di fare l’ambasciatore citare FdI anche se non ha le prove, quindi o le forniscono o saremo costretti a querelare”. Giorgia Meloni, presidente FdI, lo dice su Radio24. Dunque “portino le prove sui questo fronte, ma siccome so che non ci sono temo che la querela sara inevitabile”, dice Meloni, “sono certa del fatto che FdI non prenda soldi dagli stranieri“.

SALVINI: “DALLA RUSSIA HO PRESO SOLO MASHA E ORSO PER MIA FIGLIA”

“Mai chiesti e mai presi soldi, rubli, euro, dinari, dollari dalla Russia”. Matteo Salvini, segretario federale della Lega, lo dice su Rtl 102.5. “L’unica cosa che portai a casa da Mosca quando andai per lavoro fu per mia figlia un pericoloso e sovversivo personaggio dei cartoni, Masha e orso”, aggiunge il leader del Carroccio. Che poi attacca: “Strano che ogni volta, a dieci giorni dal voto, arrivino queste fake news. Sono anni che ci sono indagini aperte, non è mai stato trovato nulla perché non c’è nulla. Altra cosa è lavorare per la pace e cercare di fermare la guerra. Se qualcuno ha preso soldi lo dica“.

Insomma, conclude Salvini, “mi sembra che qualcuno soprattutto a sinistra usi questa storia per non parlare di Italia, italiani, bollette, cartelle esattoriali e lavoro. Chi aiuta la Lega lo fa in Italia, in modo trasparente e spontaneo” (Fonte Dire).