Letta: “Salvini pro Putin pericoloso per il Paese”

Il segretario del Pd alla festa Dem di Reggio: "Il rischio di dare il nostro paese in mano alle quinte colonne del putinismo in Italia, è un argomento in più per combattere fino alla fine"

REGGIO EMILIA – “Sono gravissime le affermazioni di Salvini sul tema delle sanzioni alla Russia”. Lo ha detto il segretario del Partito democratico Enrico Letta parlando questa sera alla Festa dell’Unità di Reggio Emilia. “Salvini ha detto cose che nemmeno Putin direbbe, svelando la sua vera idea di tutta questa vicenda, cioè la vicinanza a Putin”.

E aggiunge: “La coalizione di centrodestra, checché ne dica la Meloni, ha una scelta che è profondamente ambigua, su una delle questioni oggi più importanti, quella dell’aggressione russa all’Ucraina. Salvini vicino a Putin, pro Putin, che sostiene le tesi di Putin, è un vero pericolo per il nostro Paese”.

Secondo il segretario del Pd “le parole di oggi di Salvini nel video di 50 secondi sono parole dette anche bene, ma è esattamente la tesi di Putin, è la traduzione in italiano di quello che oggi teorizza Putin. Evidentemente è una scelta che è contro di noi, e l’idea che diamo il governo del nostro paese in mano alle quinte colonne del putinismo in Italia, è un argomento in più per combattere fino alla fine, voto per voto, casa per casa, strada per strada”.

Ha detto anche Letta: “Da 20 anni è passato un meccanismo che dobbiamo provare a smontare con la nostra credibilità. Si tratta del meccanismo degli innamoramenti improvvisi. Un circolo vizioso che ha portato solo danni. L’Italia si è innamorata di Berlusconi, ha dato tutto a Berlusconi, sappiamo come è finita nel 2011. Con Renzi la stessa cosa, tutto il potere in mano a una persona, ed è finita come è finita, poi tutto il potere al M5s, poi tutto a Salvini, che ha preso il 34% alle Europee, e adesso la rincorsa ad un nuovo innamoramento. Questo circolo vizioso non ha portato a nulla ma solo danni. C’è bisogno di stabilità, di sicurezza, di impegni che ci si prende, non di innamoramenti che finiscono male”.