La cella di Assange in piazza Prampolini

Mercoledì, dalle 17,30 alle 19,30-20, gli organizzatori faranno provare ai presenti, per un attimo, le sue condizioni di vita carcerarie

REGGIO EMILIA – Manifestazione in piazza Prampolini per sostenere la libertà di Julian Assange e la sua non estradizione negli Stati Uniti. Mercoledì, dalle 17,30 alle 19,30-20, il Movimento Free Assange Reggio Emilia farà provare ai presenti, per un attimo, la ristrettezza della cella nel carcere dove Julian vive.

Le misure della cella di Assange sono di tre metri per due. A terra verrà posta una leggera struttura in legno per visualizzare bene la grandezza. Il fondatore di Wikileaks, giornalista d’inchiesta, dal 2019 vive in questa condizione nel carcere di massima sicurezza di Belmarsh, ma dal 2010 è in condizione di limitata libertà per aver documentato delle verità gravi e molti scomode per gli Stati Uniti in particolare.

Scrivono gli organizzatori: “L’estradizione, firmata il 17 giugno scorso dalla ministra dell’Interno inglese, è imminente se non verrà accettato il ricorso presentato dai legali della famiglia Assange. Gli Stati Uniti lo attendono, lo vogliono per condannarlo a 175 anni di carcere per aver detto la verità”.