Elezioni, gli industriali reggiani: “Speriamo in governo stabile” foto

La presidente Anceschi: "Servono coerenza e coesione per rinascita nazionale"

REGGIO EMILIA – “Oggi gli italiani hanno bisogno di coerenza e coesione per avviare un’autentica rinascita nazionale”. Lo ha detto la presidente degli industriali reggiani Roberta Anceschi che, mentre il leader della Cgil Maurizio Landini illustrava le priorità del sindacato in piazza della Vittoria, ha esposto (al centro Malaguzzi di Reggio Emilia) ad alcuni candidati al Parlamento i 18 punti rivendicati dal sistema delle imprese per affrontare l’attuale fase di crisi.

“Da sempre – precisa Anceschi – Confindustria è distante dai partiti, ma attenta ai temi dell’attualità politica. Non potrebbe essere diversamente perché il ‘partito’ di chi manda avanti un’impresa, rischiando in proprio, è uno solo: quello della responsabilità e dello sviluppo”. Dunque, prosegue la presidente, “la ragione del nostro impegno associativo è concorrere a determinare condizioni che consentano di fare al meglio il nostro mestiere, ovvero creare valore e lavoro”. Anceschi si augura poi che “dalla volontà degli elettori esca un risultato capace di garantire la stabilità e mantenere la fiducia internazionale”.

E chiude con la proposta di organizzare dei confronti periodici “tra gli industriali reggiani e chi sarà eletto in Parlamento dove le istanze di uno tra i più competitivi e internazionalizzati sistemi produttivi italiani, quello reggiano, possano essere efficacemente discusse e considerate insieme a coloro che siedono a Roma per creare insieme valore a vantaggio del nostro territorio e della sua comunità”.