Dieta vegana: 4 consigli per fare il pieno di proteine

REGGIO EMILIA – Seguire una dieta vegana al giorno d’oggi è molto meno complicato rispetto al passato, perché in commercio si riescono a trovare moltissimi prodotti pensati appositamente per coloro che non mangiano derivati animali. Come ormai ben sappiamo, il principale problema per un vegano è quello di ottenere un corretto apporto di proteine. Queste infatti sono perlopiù contenute nella carne, nelle uova e in quegli alimenti di origine animale. Vediamo allora alcuni consigli utili per evitare di andare incontro a scompensi nutrizionali e fare il pieno di proteine pur seguendo una dieta vegana.

    1. #1 Barrette vegane: ottima fonte di proteine

Un’ottima fonte di proteine è rappresentata dalla barrette vegane: snack vegetali principalmente a base di frutta secca che si possono consumare in qualsiasi momento della giornata e sono anche decisamente gustosi. Le barrette vegane migliori sono quelle in vendita su FarmaOra e vale proprio la pena provarle, perché oltre ad essere buonissime permettono di fare il pieno di proteine ed energia durante la giornata. D’altronde, la frutta secca è ormai nota per via delle sue eccellenti proprietà nutrizionali e nelle barrette vegane troviamo proprio mandorle, noci, nocciole, cocco e via dicendo.

    1. #2 Sperimentare con i legumi

Fagioli, ceci, lupini, soia e lenticchie sono preziosissimi per coloro che seguono una dieta vegana. Trattandosi di legumi infatti, costituiscono un’ottima fonte di proteine e sono anche decisamente versatili. Se infatti si possono consumare così come sono, naturalmente una volta cotti, questi legumi si prestano anche a molte altre preparazioni. È possibile ad esempio ricavarne una farina oppure utilizzarli per creare degli hamburger vegani. Online si trovano moltissime ricette ed ispirazioni in tal senso, dunque basta cercare e dare libero sfogo alla propria fantasia!

    1. #3 Il potere delle alghe

Per i vegani, ci sono alimenti che rappresentano una fonte davvero preziosa di proteine ma che non tutti conoscono: stiamo parlando delle alghe e in particolare dell’alga spirulina. La si può acquistare anche su FarmaOra, essiccata in foglie oppure in polvere ma è disponibile anche sotto forma di integratore alimentare. Quest’alga è decisamente ricca di proteine, di origine vegetale naturalmente, ma anche di aminoacidi che riescono ad essere assimilati con estrema facilità dall’organismo. È dunque una validissima alleata anche per gli sportivi.

    1. #4 Latte vegetale: ottimo sostituto di quello vaccino

Il latte è una bevanda nota per via del suo contenuto di proteine, ma quello vaccino non può essere consumato da coloro che seguono una dieta vegana e questo potrebbe rappresentare un problema. In realtà però in commercio si trovano dei validissimi sostituti: le tipologie di latte vegetale oggi disponibili sono infatti moltissime ed alcune di queste non hanno nulla da invidiare a quello vaccino. Il latte di soia ad esempio è quello maggiormente proteico: a livello nutrizionale infatti si può paragonare a quello vaccino, ma è meno calorico. Anche il latte di mandorle fornisce un buon apporto di proteine vegetali, dunque di alternative ce ne sono diverse. Naturalmente, a cambiare è ancora il sapore: conviene quindi assaggiare i vari tipi di latte vegetale per capire quale sia il più adatto per le proprie esigenze.