Coalizione Civica: “Asp, i soldi ci sono: basta definire le priorità”

De Lucia e Aguzzoli: "Sindaco e giunta rinuncino a qualche consulenza, ai video, ai post di Facebook e alle innumerevoli conferenze stampa per parlare del niente"

REGGIO EMILIA – “Noi lo stiamo dicendo da due anni e il sindaco ha sempre negato usando anche toni sgradevoli, ma ora è nero su bianco nella delibera del 25 agosto 2022 dell’ASP Città delle Persone. “Assenti tutti i soci tranne il Comune di Reggio Emilia con il sindaco Luca Vecchi e l’assessore al Welfare Daniele Marchi, che proviene dal mondo Confcooperative”.

Questo il commento di Dario De Lucia e Fabrizio Aguzzoli, consiglieri comunali di Coalizione civica a proposito delle difficoltà economiche in cui sta versando Asp che potrebbe essere costretta, a breve, all’esternalizzazione di alcuni servizi.

Scrivono i due consiglieri: “Oltre alla conferma dell’esternalizzazione dei servizi magazzino e mensa si parla di ‘eventuale esternalizzazione di altri servizi da individuare con l’amministrazione comunale’, ma anche di aumento delle rette per gli utenti. Il Comune sta spendendo mezzo milione di euro in comunicazione di sindaco e giunta e milioni di euro per consulenza e che basterebbero a colmare i buchi di ASP (poco più di 400mila euro stando all’ultimo bilancio) ed evitare aumenti delle rette. I soldi in Comune ci sono, bisogna definire le priorità, per noi sono gli anziani e le loro famiglie”.

Concludono De Lucia e Aguzzoli: “Chiediamo a sindaco e giunta di rinunciare a qualche consulenza, ai video, ai post di Facebook e alle innumerevoli conferenze stampa per parlare del niente”.