Trovata la fungaiola 76enne che si era persa nei boschi

L'anziana sta bene e ha rifiutato le cure mediche

REGGIO EMILIA – È stata trovata la 78enne Giuseppina Antonucci che era dispersa nell’Appennino Tosco-Emiliano, fra le province di Reggio Emilia e Massa Carrara. La donna sta bene e ha rifiutato le cure mediche. La donna, originaria di S. Anna di Stazzema, ma residente in provincia di Lucca, ha trascorso la notte nel bosco, al riparo di una grotta. Poi si è incamminata da sola, al mattino, arrivando su una strada asfaltata dove poi ha chiesto aiuto alla prima auto che è passata.
L’allarme era scattato intorno alle 13 di ieri. L’anziana – residente in Toscana, ma villeggiante in un paese del crinale reggiano – si trovava insieme al marito e al figlio, in cerca di funghi nella zona tra Passo del Cerreto e Fivizzano.
I tre si erano divisi le zone, ma quando i due uomini sono tornati all’auto, della donna si sono perse le tracce. Erano state attivate immediatamente le ricerche su ambo i versanti da parte dei vigili del fuoco con anche squadre cinofile, soccorso alpino e carabinieri sia toscani sia reggiani.