Silk Faw a Gavassa, il rogito slitta ancora

L’appuntamento dovrebbe essere fissato dopo Ferragosto, l'azienda: "Colpa del rallentamento dei transfer monetari Usa-Cina"

REGGIO EMILIA – Quella di oggi doveva essere la giornata decisiva per lo sbarco di Silk-Faw a Reggio Emilia, ma il rogito con i proprietari dell’area di Gavassa slitta ancora, a dopo Ferragosto. A renderlo noto è il Carlino Reggio.

“Non ci hanno convocato – spiega al quotidiano uno dei soci che detengono il terreno –. In questo periodo di ferie è complicato trovare un notaio, inoltre l’affare non è dei più semplici a livello burocratico. E poi, per noi coltivatori, il venerdì non è mai un giorno facile per il lavoro nei campi. Perciò abbiamo convenuto di aspettare un altro po’ di tempo”. Ed ancora: “Siamo tranquilli, abbiamo ottenuto rassicurazioni e garanzie che presto ci troveremo e sigleremo l’accordo. Stavolta sembrano essere più che semplici parole al vento, anche se chiaramente attendiamo la concretizzazione per sancire la fine della trattativa”.

Sempre il Carlino Reggio apprende dall’azienda che “l’iter documentale che porterà all’acquisizione del terreno di Gavassa è stato completato come da accordi. Tuttavia, a causa della situazione geopolitica determinatasi negli ultimi giorni fra Usa e Cina, vi è stato un rallentamento inevitabile nelle procedure di transfer monetari. Per questa ragione la finalizzazione dell’acquisto stesso si completerà nei prossimi giorni. Ma è tutto in ordine, finalmente”. L’appuntamento per il rogito dovrebbe essere fissato dopo Ferragosto.