Pieve Modolena, eroina in casa: due arresti

Sequestrati 350 grammi di droga in una casa: un uomo è finito in carcere per detenzione ai fini di spaccio e l'altro per una frode informatica commessa in Spagna

REGGIO EMILIA – Due uomini sono stati arrestati dalla polizia, per detenzione ai fini di spaccio e per una frode informatica commessa in Spagna, questa notte a Pieve Modolena. Gli agenti a bordo delle volanti sono andati nel  quartiere per una segnalazione di ritrovamento di droga in un’abitazione. Sul posto i poliziotti hanno preso contatti con il richiedente che ha detto loro di aver discusso, poco prima, con il suo coinquilino, perché gli aveva intimato di consegnare della droga a terzi minacciandolo, se non lo avesse fatto, di cacciarlo dall’appartamento.

Gli agenti hanno perquisito la casa e in cantina hanno trovato 350 grammi di eroina. I due sono stati portati in questura: uno è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio, mentre l’altro è finito in manette in esecuzione di un mandato d’arresto europeo, in quanto, dopo un’interrogazione nelle banche dati, è venuto fuori che era ricercato per una frode informatica commessa in Spagna. I due sono stati portati in carcere.