Ispezioni dei Nas nelle gelaterie: sospesa un’attività

Sequestrati 76 chili di materie prime: elevate sanzioni per migliaia di euro

REGGIO EMILIA – I Nas di Parma hanno svolto ispezioni igienico sanitarie in numerose gelaterie delle province di Parma, Piacenza, Modena e Reggio Emilia. Sono stati sequestrati complessivamente 112 chili di prodotti alimentari scaduti o non tracciati e sono state elevate sanzioni amministrative per un importo totale di 9.000 euro. Per una gelateria in provincia di Reggio Emilia è stata disposta la sospensione dell’attività.

In particolare, nella città, in una gelateria sono state riscontrate carenze igienico sanitarie dovute alla presenza di soluzioni di continuità del controsoffitto in cartongesso nonché alla presenza di materiale vario non attinente all’attività in commistione con alimenti e bevande stoccate a diretto contatto con il pavimento. Nei confronti del titolare dell’attività è stata elevata una sanzione amministrativa di 1.000 euro.

In un’altra gelateria sono state rilevate carenze igienico sanitarie dovute alla presenza di sporco vetusto sulle superfici degli arredi e sul soffitto, soluzioni di continuità e formazioni di umidità nelle pareti nonché bevande stoccate a diretto contatto con il pavimento. Il personale dipendente è risultato sprovvisto degli attestati di formazione per personale alimentarista. Nei confronti del titolare della gelateria è stata emessa una diffida, volta a risolvere entro 30 giorni le carenze riscontrate.

In una gelateria sita in provincia di Reggio Emilia sono stati sequestrati 76 chili di materie prime per  la produzione di gelato, dal valore commerciale di circa 500 euro, in parte prive di indicazioni  riguardanti la rintracciabilità ed in parte decorse di validità. Nei confronti del titolare della gelateria è stata elevata una sanzione amministrativa di 2.000 euro. Qui è stata sospesa l’attività.