Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Crisanti: “Con Salvini al governo ci sarebbero stati 300mila morti”. Letta: “Ha ragione”

Il professore di Microbiologia dell'Università di Padova, candidato con il Pd: "L'Italia ha bisogno di tecnici ma ci siamo stancati di quelli non votati"

Più informazioni su

ROMA – “Salvini critica la mia candidatura con il Pd? Forse dovrebbe pensare a tutti gli errori di valutazione che ha commesso, sia in politica estera che sulla sanità pubblica”. Così il microbiologo Andrea Crisanti, ora candidato nelle liste del Pd, ospite a “The Breakfast Club” su Radio Capital. “Se fossimo stati nelle sue mani ora ci sarebbero 300mila vittime di Covid al posto di 140mila – aggiunge Crisanti – e oggi saremmo allineati con Putin. Salvini critica me, ha altre cose a cui pensare”.

Il microbiologo dell’università di Padova commenta anche la gestione della pandemia da parte del ministro della Salute, Roberto Speranza: “Sono stati fatti errori all’inizio, ma il ministro ha collaborato con dirigenti incompetenti, scelta che non dipendeva da lui. Tutti i politici e i medici all’inizio facevano a gara per minimizzare, io sono stato l’unico a metter in evidenza il fatto che stava per scoppiare un disastro. L’Italia – continua Crisanti su Radio Capital – ha bisogno di persone con competenze scientifiche, ma ci siamo stancati di avere in politica tecnici non votati“.

LA REPLICA DELLA LEGA: “NON SI SPECULA SUI MORTI”
“Gli attacchi di Crisanti a Salvini sono a dir poco vergognosi. Ci chiediamo solo con che coraggio riesca a speculare sui morti. Letta smentisca al più presto il candidato nelle liste del Pd, che di ‘tecnico’ e ‘super partes’ sembra avere ben poco”. Lo dichiarano i parlamentari bergamaschi della Lega Daniele Belotti e Simona Pergreffi.

“Dove erano i Dem quando il governo giallorosso trattava i nostri territori come ‘appestati’ e la nostra comunità veniva falcidiata? Sono stati a Bergamo e Codogno? I lombardi e gli italiani non hanno la memoria corta – proseguono gli esponenti del Carroccio – e ricordano bene come, mentre le regioni a guida Lega cercavano di sconfiggere in ogni modo il virus e gestire un’emergenza senza precedenti, Crisanti passava le sue giornate in tv e i progressisti se ne stavano con le mani in mano, cercando di capire il da farsi. Il virologo politicizzato, dunque, si rivolga ai suoi compagni”, concludono Belotti e Pergreffi.

LETTA: “HA RAGIONE CRISANTI, CON MELONI E SALVINI MIGLIAIA DI MORTI IN PIÙ“
“La gragnuola di reazioni alla candidatura Crisanti chiarisce che a destra prevale la cultura NoVax. Ha ragione Crisanti, se avessero governato Salvini e Meloni nel 2020 quante migliaia di decessi in più avremmo avuto? Ce li ricordiamo gli aprire, aprire, aprire…”, dichiara il segretario del Pd Enrico Letta (Fonte Dire).

Più informazioni su