Unindustria: “Su digitale serve progetto di sistema”

La neo presidente Anceschi spinge su district alle ex Reggiane

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Si chiama “Digital district” e raggrupperà, nel parco dell’innovazione nei capannoni delle ex Reggiane di Reggio Emilia, tutte le attività promosse dall’associazione industriali dedicate all’orientamento, alla formazione e al trasferimento tecnologico in materia di digitale.

A chiedere di accelerare sulla sua realizzazione è Roberta Anceschi, prima donna alla guida dell’Unindustria provinciale, eletta oggi dall’assemblea dell’associazione. “L’ancora fragile imbastitura dei diversi progetti a livello locale necessita ora di essere tempestivamente perfezionata”, afferma.

Il Digital district “deve diventare quanto prima, a pieno titolo e ufficialmente, un’iniziativa territoriale di sistema, capace di connotare ancor più Reggio Emilia all’interno dell’area vasta Mediopadana e dell’intero Paese”. Pertanto, esorta la neo presidente, “è indifferibile affinare e rafforzare concretamente la funzione del Parco Innovazione e, più in generale, della rigenerazione dell’area delle ex Officine Reggiane anche al fine di attrarre imprese ad alto contenuto di creatività che operano nell’ambito culturale e dell’entertainment”.

Insomma, conclude Anceschi, “il grande progetto territoriale condiviso dall’insieme degli attori locali, fondato sull’intreccio tra funzioni diverse ma coerenti e complementari tra loro, deve diventare una consolidata e vissuta realtà”.

Più informazioni su