Unindustria: “Caduta Draghi, vittoria di parte politica irresponsabile verso italiani”

La presidente Anceschi: "Di fronte a noi abbiamo un autunno e un inverno che si annunciano molto difficili"

REGGIO EMILIA – “La caduta del Governo Draghi è la vittoria di una parte politica irresponsabile nei confronti di tutti gli italiani”, scrive da Reggio Emilia Roberta Anceschi, presidente di Unindustria.

“Negli ultimi 15 mesi, grazie all’autorevolezza di Mario Draghi e del presidente Sergio Mattarella, il nostro paese – continua l’industriale emiliana – aveva recuperato tanto la stabilità, quanto un forte credibilità internazionale. Oggi, l’andamento delle borse e dello spread, sono i primi avvertimenti di una riemergente sfiducia internazionale in un periodo nel quale l’Italia è chiamata a realizzare i complessi adempimenti per il Pnrr, ad affrontare la gravissima crisi energetica, il caro materie prime e l’inflazione che avanza penalizzando le imprese e riducendo il potere di acquisto dei lavoratori”.

Conclude la presidente di Unindustria Reggio: “Di fronte a noi abbiamo un autunno e un inverno che si annunciano molto difficili. L’auspicio è che dalle urne possa uscire un risultato capace di dare la stabilità indispensabile sia per riconquistare credibilità internazionale dell’Italia, sia per superare la difficile congiuntura e sostenere la ripresa”.