Silk Faw, il sito dell’azienda è off line

L'ufficio stampa che seguiva la ditta sino americana non ha rinnovato il contratto che scadeva il 30 giugno

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Il sito di Silk Faw è irraggiungibile (era on line fino a qualche giorno fa), mentre l’ufficio stampa che li seguiva non ha rinnovato il contratto che scadeva il 30 giugno. Sono altri due tasselli che delineano un quadro sempre più fosco relativamente all’investimento da oltre un miliardo di euro, per costruire auto elettriche e ibride a Gavassa, messo in campo dalla società sino americana.

Tutto questo mentre è stato fissato per lunedì 25 luglio, il ‘redde rationem’ tra la Regione Emilia-Romagna e Silk-Faw su questo progetto che, a distanza di oltre un anno, rimane ancora avvolto nella nebbia e, di fatto, al palo. Per questo da mesi la Regione pressa la multinazionale perché faccia chiarezza sull’investimento, pena il ritiro dei contributi concessi.

Ieri l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Vincenzo Colla, ha avuto una “lunga telefonata” con il board di Silk-Faw, alla presenza anche del presidente Jonathan Krane e del rappresentante del Governo cinese all’interno dell’impresa. Ha detto Colla alla Dire: “Se lunedì prossimo non ci sono novità per quanto ci riguarda il progetto è sospeso”.

 

 

 

Più informazioni su