Sicurezza, mille occhi per vigilare sulla città

Firmata un'intesa tra prefetto, polizia e istituti di vigilanza privati

REGGIO EMILIA – “Mille occhi” aperti per la sicurezza di Reggio Emilia. Lo prevede il protocollo firmato oggi tra il prefetto Iolanda Rolli, il sindaco Luca Vecchi e i rappresentanti degli Istituti di vigilanza privata aderenti all’iniziativa, già lanciata a livello nazionale lo scorso gennaio. Dal punto di vista operativo l’intesa prevede che gli istituti di vigilanza trasmetteranno alle sale operative delle forze di polizia le segnalazioni che riguardano situazioni di rilievo per la sicurezza pubblica e urbana, acquisite dalle proprie guardie giurate.

Ad esempio mezzi sospetti o in fuga dopo la commissione di un reato, bambini non accompagnati o persone anziane in difficoltà, ma anche ostacoli sulle strade atti di bullismo o di delinquenza giovanile e situazioni di degrado urbano e disagio sociale. “Sono molto soddisfatta di questa intesa che si inserisce nel quadro più ampio delle iniziative volte ad assicurare una sempre maggiore prossimità nel monitoraggio dei fenomeni che possono destare preoccupazione nei cittadini contribuendo ad assicurare, attraverso la collaborazione delle guardie giurate presenti sul territorio, la rapida segnalazione di possibili situazioni di pericolo”, commenta il prefetto. Le attività verranno programmate dal questore Giuseppe Ferrari, in un apposito “tavolo tecnico”.