Siccità, il consiglio comunale ordina controlli su rete idrica

"Per evitare di compromettere maggiormente le scarse riserve di acqua attuali"

REGGIO EMILIA – Avviare “controlli urgenti alla rete idrica della nostra città per accertare che non vi siano eventuali perdite evidenti o occulte che andrebbero a compromettere maggiormente le scarse riserve di acqua attuali”. E, “nel caso in cui venissero riscontrate delle anomalie”, che l’intervento dei tecnici Iren per rimettere le cose a posto “avvenga nel più breve tempo possibile”.

Lo chiede un ordine del giorno approvato ieri all’unanimità dal Consiglio comunale di Reggio Emilia. Nel documento si ricorda che il problema siccità ha fatto scattare un’ordinanza in ogni Comune della provincia di Reggio Emilia che vieta di innafiare orti, giardini e lavare auto dalle 8 alle 21, e agli eventuali trasgressori potranno essere applicate dagli organi di vigilanza delle sanzioni amministrative da 25 a 500 euro.

E si legge: “L’acqua è un bene pubblico e andrebbe sempre utilizzata correttamente senza sprechi ma soprattutto in un momento emergenziale ed eccezionale come stiamo attraversando ora ove l’assenza di precipitazioni ci ha portato in una situazione critica e molto preoccupante essa va salvaguardata con ogni mezzo possibile”.