Siccità, il Comune risparmia acqua chiudendo due fontane

Il caldo blocca il ricircolo e funzionerebbero solo con risorsa extra

REGGIO EMILIA – Da giovedì notte il Comune di Reggio Emilia spegne due fontane per consentire un ulteriore risparmio idrico, nell’attuale fase di siccità. Si tratta della fontana del teatro municipale Valli e di quella “dei bimbi” nel parco del Popolo, entrambe dotate di impianto di ricircolo. Tuttavia il persistere di temperature elevate sta riscaldando significativamente manufatti e impiantiti di fondo delle fontane, determinando una accresciuta evaporazione dell’acqua.

Questo fenomeno, unito alla mancanza di piogge significative che consentirebbero integrazioni naturali (e alle raffiche di vento, che distraggono acqua nel caso della fondata del parco del Popolo) porterebbe alla necessità di rabbocchi. Insomma per evitare l’utilizzo di acqua “extra circuito” e quindi per risparmiarla, il Comune ha quindi disposto lo spegnimento delle due fontane per il periodo dell’emergenza idrica.